TransAnatolia 2017

link.png Alex Zanotti e la benzina


Riuscirà mai a disputare una Dakar, Alex Zanotti, senza aver problemi con la benzina? Ce lo stiamo cominciando a chiedere qui, visto che oggi il pilota di San Marino ha tribolato un gran be po', e sempre per lo stesso motivo. E sì che ogni anno cambia moto, eppure l'incubo benzina lo perseguita. La sua storia di oggi ha come sempre dell'incredibile....

Partiva un po' indietro stamattina Alex Zanotti con la sua bella TM, ma l'idea era quella di recuperare qualche posizione, per poter difendersi al meglio possibile nelle prossime due tappe, toste e difficili, come ormai ci dicono da oltre un mese. E invece la sua proverbiale sfortuna ci si è messa di mezzo e lo ha fermato, intorno al chilometro 70, più o meno dove un'oretta prima gli altri piloti - da Botturi in poi - avevano lasciato un mare di tracce sul terreno alla ricerca del WPT.

E proprio quelle tracce furono traditrici per Alex perchè giusto un chilometro prima lui con un bel fine corsa aveva rotto il parafango anteriore e in questo modo si erano tranciate tutte e due le sonde del Trip (strumento che aiuta a trovare la direzione). Così quando poco più avanti ha trovato tutte quelle tracce ha finito con il perdersi e ha fatto almeno una trentina di chilometri in più, 'giardinando' come dicono i francesi, alla ricerca della pista giusta. Ma, per l'appunto, la sorte aveva davvero deciso di accanirsi contro di lui oggi, e così intorno al 100° chilometro i primi colpi di tosse del suo motore gli hanno fatto capire chiaramente che c'era un problema di benzina. A quel punto è cominciato l'iter che lui ben conosce...chiedere benzina al pubblico !

Cerca, cerca, cerca e finalmente trova qualcuno che gli fa il pieno. Parte, sempre cercando di seguire le tracce oppure qualche altro pilota e dopo un centinaio di chilometri, quando ne mancavano quindi solo una quarantina, di nuovo i colpi di tosse. E indovina un po' ? Si ricomincia la ricerca della benzina...La trova, nuovamente, e riduce l'andatura per cercare di arrivare al traguardo, meschino ! E' vero che la sua è una moto nuova e quindi qualsiasi tipo di problema tecnico è normale, in fondo Alex è qui anche per sviluppare il mezzo, però ci si resta comunque male.

"Forse c'è qualcosa nella pompa della benzina che non va" ammette sconsolato, ora ci stanno lavorando sopra, mentre di Fesani ancora non si sa nulla e lo aspettano sotto la tenda per sapere a lui, invece, che cos'è successo. Nel frattempo Alex è andato in direzione gara perchè essendo arrivato 95° ha chiesto di poter partire prima domani e non così indietro in classifica. Lui è un pilota Elitè e quindi ha due jolly da giocarsi, cioè può chiedere questo ripiazzamento in partenza per due volte nel corso di tutta la gara...e oggi si è anche giocato 'l'aiuto dal pubblico' !!!