TransAnatolia 2017

link.png De Rooy il più veloce nei camion


I camion sono partiti da poco per la breve speciale visto che avevano un tempo per il trasferimento maggiore rispetto agli altri. Quasi 5 ore per coprire i 250 chilometri ed infilarsi poi sulle dune per questa prima sfida. Gerard De Rooy con il suo musone Iveco è stato il più veloce, ottenendo un tempo di 8'46".

Alle spalle di Gerard un altro Iveco quello di Hans Stacey staccato di 16" e poi Ales Loprais, con il suo Tatra, un po' stagionato, che ha fermato i cronometri sui 9'11". Ales - mi raccontava ieri - è al via con il suo Tatra mentre avrebbe dovuto correre con il Man. Almeno ad ottobre le cose stavano così. Poi non c'è stato l'accordo con il suo sponsor principale, nel senso che Man lo ha rifiutato e così Ales è tornato al suo Tatra facendo contento suo papà che voleva che suo figlio continuasse a correre con il camion tradizionale. Il suo mezzo però è quello con cui affrontò la Dakar due anni fa e quindi deve difendersi come possibile dagli avversari. Partire terzo dei camion domani, sarà importante per lui che deve sudarsi e guadagnarsi questa Dakar 2013.

Domani i camion partiranno mescolati alle vetture e questo non fa certo piacere a Robby Gordon che con la 130. piazza ottenuta oggi, invocando la regola che vuole i prioritari nei primi posti della griglia di partenza non potrà quindi partire prima di almeno 25 equipaggi.

Miki BiasionMiki Biasion ha avuto qualche problema purtroppo in questa prima prova. Appena si è trovato sulla prima duna e ha toccato i freni la barra stabilizzatrice si è piegata. In questa maniera le ruote anteriori si sono per così dire aperte e di conseguenza non hanno potuto forzare. "Tutto sommato il nono posto non è male visto che il problema che abbiamo avuto. Ne ho parlato con i meccanici e non si riescono a rendere conto..dicono che un problema simile lo avevano avuto cinque anni fa..Non so cosa pensare, forse era un po' usurata la barra" dice Miki dopo un consulto con i meccanici olandesi. Con il nono tempo sono proprio davanti al bravo Ardavichus, secondo Kamaz al traguardo.

Claudio Bellina con il suo Ginaf ha fermato il tempo nella sedicesima posizione, secondo Ginaf al traguardo - niente male - mentre Alex Caffi ha avuto una prima giornata non proprio perfetta. "Il nostro camion è andato in protezione praticamente da subito ed abbiamo fatto tutta la speciale con il motore al 50 per cento". I meccanici ora stanno lavorando sul mezzo cercando di capire che cosa provoca questo problema, seAlex Caffi e Giulio Verzeletti una temperatura troppo elevata - ma Alex assicura che tutto era sotto controllo e che quindi non poteva essere quello il problema - oppure un fuorigiri. Intanto in classifica oggi Marino Mutti è arrivato davanti a tutti pechè è stato l'unico a non soffrire per questo inconveniente della centralina. Dietro di lui c'è Alex Caffi e Giulio Verzeletti chiude il gruppo dei tre camion dell'Orobica raid.