TransAnatolia 2017

link.png Gordon vince la speciale ma Peter è irremovibile


Robby Gordon si prende ancora la soddisfazione di vincere una speciale prima del traguardo finale della Dakar. Magra soddisfazione, ma pur sempre una vittoria, seppure ai fini della classifica nulla sia interessante per l'americano. Lui vince, Guerlain Chicherit dopo una giornata di sfortuna, con la rottura del semiasse, ieri, mercoledì, si rifà chiudendo secondo per soli 22" dal Bad Boy dell'Hummer.

Tutta la notte passata a lavorare sui buggy per i meccanici dell' SMG è valsa il risultato di oggi. Per un pelo Chicherit non si è andato a prendere la sua seconda vittoria di speciale, e non è detto che questo possa non accadere domani, nell'ultimo settore cronometrato di questa Dakar 2013. Giniel De Villiers con la sua Toyota chiudendo terzo conferma la sua seconda posizione assoluta alle spalle di Peterhansel quanto mai prudente e guardingo - oggi quinto di tappa - che guida la classifica assoluta con 44 minuti di vantaggio sul sud africano.

La battaglia fra i camion vive una sorta di finale a sorpresa. I Kamaz infatti, che hanno vinto un numero minimo di speciali sono in testa alla classifica. Oggi la speciale l'ha vinta Karginov, seguito dall'Iveco di De Rooy, mentre la terza posizione se l'è guadagnata Ales Loprais con il suo Tatra. La classifica generale ora è appannaggio dei Kamaz perchè i camion russi occupano tutte le prime tre posizioni, ed è da un po' che non accadeva ! In testa c'è il Camion Alex Caffigiovane Edouard Nikolaev.

Miki Biasion è tredicesimo di classe mentre Claudio Bellina occupa la 23. piazza. Giulio Verzeletti si trova in 36. posizione ed è il migliore dell'Armata Orobica Raid davanti ad Alex Caffi, 43° e Marino Mutti, 44°.