KRKA 2018

link.png Il nuovo anno comincia a Lima


1 gennaio 2013 . Il cielo è plumbeo su Lima stamattina, ma d'altra parte qui sono appena le 5,30 e le nuvole si stanno dissipando per lasciare il posto, speriamo, ad una bella giornata. La temperatura è buona, intorno ai 18 gradi - come a Roma nei giorni di Natale - e la città si sta preparando all'impatto della carovana della Dakar che è già arrivata in parte in Perù. Chi si sta godendo le vacanze, chi prova moto ed auto prima del via: i famosi shakedown per provare che tutto è a posto ma soprattutto che il viaggio in nave non ha rovinato i mezzi.

Tutti coloro invece che non hanno spedito i veicoli via nave sono già qui, gli americani, gli argentini, i cileni hanno attraversaro le frontiere in questi giorni per raggiungere la capitale peruviana che vive con intensità e grande emozione questo evento.

In compenso il viaggio della sottoscritta ieri per raggiungere Lima è stato un po' una odissea. Il mio bagaglio è rimasto a Parigi e hanno cercato anche di impedirmi di salire a bordo del volo Parigi-Amsterdam se non andavo a riconoscere prima la mia sacca, perdendo così ovviamente l'aereo per l'Olanda prima e per Lima, poi, L'ottusità di una responsabile aeroportuale del Charles de Gaulle mi ha però fatto poi scoprire ed apprezzare la gentilezza di altre persone che mi hanno aiutato facendo sì che al mio arrivo a Lima la KLM fosse già al corrente del problema e mi informasse che - forse - il mio bagaglio arriverà a Lima il 2 gennaio. 

In compenso mi hanno gentilmente dato il kit di 'sopravvivenza' che offre la KLM peruviana in questi casi e il suo contenuto era quanto meno bizzarro ! Una maglietta di cotone taglia XXL, un paio di calzini neri di cotone, un rasoio ovviamente, con schiuma da barba annessa, e un piccolo shampoo, una spazzola, un make up remover, e una crema idratante....e la mia domanda è ...Ma un accidenti di spazzolino da denti non ce lo potevano mettereeee !!!

Così ieri sera alle 20,30 di Lima ho cercato una parafarmacia aperta - che per fortuna c'era - e ho comprato tutto il resto, in attesa ora di incontrare qualcuno che magari mi presti una maglietta di fortuna per i prossimi due giorni !!

In aereo ho conosciuto Giacomo e Vittorio, peruviani che tornavano a casa dopo 3 anni di assenza, a vedere la loro famiglia. Uno è sposato con una sarda e vive in Spagna, l'altro con una peruviana e vive a Marbella e fa il cuoco.Erano i miei vicini in aereo ed è stato piacevole condividere questo viaggio con loro...12 lunghissime ore.

In compenso per risollevarmi il morale - abbattuto per la mia valigia - mi sono vista l'ultimo film con Clint Eastwood, 'Di nuovo in gioco' che in inglese invece si chiama Trouble with the curve, che non lo vede come regista ma come produttore e attore, e devo dire, come sempre, insuperabile...specie in lingua originale !! peccato che quando si piange davanti ad un film - a me capita spesso, specie con Eastwood - in aereo sia ben difficile non farsi notare !! Poi mi sono davvero ritirata su il morale - prima era sarcasmo - con Magic Mike ! Che in effetti consiglio a tutte le amiche e che aiuta a distendere i nervi. Poi - visto che non dormo mai in aereo - sono venuti Limitless, che mi ero persa, e Men in Black 3. E a mezzanotte KLM ci ha anche offerto lo Champagne con improbabili hostess simpatiche e carine con coroncine dorate e argentate in testa.

All'arrivo in aeroporto - dopo la denuncia per la valigia - ho condiviso il taxi con Mario, debuttante alla Dakar, portoghese manager di Helder Rodriguez, simpatico e con l'aspetto del bravo ragazzo, e non poteva essere altrimenti se è amico di un altro bravo ragazzo come Helder.

Fra poco colazione e poi in giro a Costa Verde, sul mare, a vedere come procedono i preparativi per la 5. edizione sudamericana della Dakar. La prima in partenza dal Perù !