TransAnatolia 2017

link.png In anteprima il parco assistenza di Lima a Magdalena


parco assistenza limaIl villaggio Dakar a Magdalena sta prendendo forma. Sotto il sole con una brezza leggera che non ci salva dal caldo afoso, il parco assistenza e il parco chiuso stanno prendendo vita. La polvere la fa già da padrona nel parco assistenza, che ha un fondo fatto di sabbia polverosa, sassi e terra. Sono ancora pochi i mezzi all'interno del parco, e solo domani arriverà il grosso dei veicoli visto che molti team e piloti non sono ancora atterrati a Lima.

Magdalena striscioneLa zona sul mare intanto si popola. Sulla strada passano vetture piene a tappo, nel senso che ho visto anche 12, 13 persone caricate sulla stessa macchina, e dirette a cercare un po' di refrigerio in spiaggia, magari nell'acqua dell'oceano. Il traffico aumenta anche perchè dove stanno montando il palco di partenza, a circa 6 o 7 chilometri dal parco assistenza, hanno già chiuso un tratto di strada e il traffico in quel punto è praticamente paralizzato.

Ma andiamo per ordine. Nel parco assistenza sono arrivati alcuni dei camion della Epsilon, ci sono i mezzi di Dessoude, i team Yamaha che lavorano alacremente, i camion Tamarugal con le moto coperte da un telo sotto il gazebo - Jordi Viladoms è partito stamattina presto con la sua Husqvarna per andare a provare un po' i settaggi - qualche team di camion. E poi c'è Roberto Boano insieme a Renato che sistema le moto dei tre ragazzi di Endurology e proprio lì accanto c'è anche Walter Fortichiari alla sua prima Dakar in Sud America: si occuperà259 - YSM 700R SE YAMAHA - TEAM WILD WOLF C.A.T..JPG dell'assistenza di Camelia Liparoti, ma soprattutto sarà il responsabile del camion assistenza di Sonik, impegno non da poco.

Trovo anche Giampaolo Bedin, insieme a Lillo - il suo meccanico - e così ne approfitto per fare qualche foto alla sua macchina. Nel frattempo un francese caritatevole mi regala una maglietta, così almeno potrò lavare l'unica che avevo e metterne un'altra nel frattempo, mentre la prima si asciuga e mi illustra come funzionerà l'enorme parco allestito a La Magdalena, affacciato direttamente sul mare. Un grandissimo telone bianco ospiterà le verifiche amministrative e poi da lì si uscirà e si passerà alle tecniche, accanto, sotto una struttura in ferro e lamiera. Una volta terminato il tutto i veicoli entreranno in parco chiuso. Lì resteranno fino al 5 gennaio quando percorrendo tutto il lungomare raggiungeranno Chorrillos dove è stato allestito il palco partenza. Non voglio neanche pensare a quello che accadrà quando bloccheranno tutta la strada fra un paio di giorni. (altre foto nella photo gallery)