TransAnatolia 2017

link.png Jordi Viladoms rallentato dalla neve


Jordi ViladomsLa storia di ieri di Jordi Viladoms va assoutamente raccontata. Il pilota della Husqvarna clienti supportato dal team Tamarugal aveva avuto un problema ieri alla frontiera con la sua moto che si era spenta ed era rimasto lì a lavorare per risolvere il tutto. Ci era riuscito ma quando è partito per la speciale era già molto tardi. E' entrato in prova e dopo 40 chilometri la moto si è spenta.

La prova di 218 chilometri era piuttosto noiosa e veloce nel primo tratto, e Jordi è rimasto lì sperando nell'aiuto di qualcuno, magari un altro concorrente, che però non c'è stato. Le ha provate tutte e davvero era ormai disperato e non sapeva cosa fare. A quel punto lo ha chiamato il suo team manager, Jordi Arcarons che stava ragionando sulla rottura e sulla sua soluzione. Gli ha detto di provare a fare un certo lavoro, con un fil di ferro e magia !!! La moto è ripartita. Così Jordi è risalito in sella ed è ripartito ma quando è arrivato a fine speciale stava praticamente facendo buio. E' partito per il trasferimento, di 167 chilometri che lo doveva portare al bivacco delle sole moto, a Cachi, ma l'organizzazione lo ha rincorso e fermato.

Sul trasferimento, che saliva oltre i 3000 metri, stava nevicando e mai e poi mai avrebbero lasciato che Jordi lo affrontasse, da solo e per di più al buio. Così lo hanno accompagnato - nel senso di scorta in macchina - fino al bivacco delle auto, che non passava in altitudine e che misurava 116 chilometri. Bagnato - perchè comunque nella speciale aveva preso un sacco di pioggia - si è visto consegnare un poncho di quelli verdoni impermeabili e con quello è partito dietro le auto dell'organizzazione che lo hanno portato a Salta. Lì è stato praticamente blindato, la moto è stata messa in parco chiuso e lui ha dormito separato dal suo team. Stamattina lo hanno ripreso e inviato sul trasferimento verso la seconda speciale, circa 287 chilometri dal bivacco di Salta dove è entrato in prova speciale con la 21. posizione.