TransAnatolia 2017

link.png Miki Biasion terzo di oggi ma poteva vincere la tappa


Ha recuperato qualche posizione Miki Biasion oggi, grazie al terzo posto di speciale, ma avrebbe potuto vincere. Si è fermato però, una volta per una insabbiamento, ed una volta per aiutare Hans Stacey che era in vantaggio su tutti stamattina fino a che, affrontando una duna, non si è coricato su un fianco.

Terzo di tappa e terzo in classifica generale. Il distacco del pluricampione del mondo rally nella classifica camion ora si è ridotto, nel senso di posizioni. Mentre il suo compagno di squadra in Iveco, Gerard de Rooy occupa la prima posizione con il suo musone, Ales Loprais si sistema in seconda posizione, con il suo Tatra un po' vecchiotto con un distacco di 2'16" da Gerard mentre Miki è terzo assoluto con 10'55". Alle sue spalle c'è un altro Tatra, quello di Martin Kolomy - a 19'13" - e per trovare il primo Kamaz bisogna scendere in quinta posizione dove c'è il giovane Eduard Nikolaev a 20'20". Miki ieri stava disputato una bella prova fino a che non è rimasto insabbiato e insieme al suo equipaggio è stato costretto a spalare per oltre 15 minuti per cavarsi d'impaccio. Ripartito ha forzato un po' il ritmo per recuperare ma quando da lontano ha visto Stacey coricato su un fianco non ha potuto fare a meno di fermarsi.

L'equipaggio dell'olandese era pronto, cinghia già in mano e già agganciata e così è bastato un bel tirone per rimetterli sulle ruote e una volta sganciata la cinghia sono ripartiti verso il traguardo. La differenza a fine speciale era di 7minuti e 52 secondi e quindi togliendo il disinsabbiamento avrebbe potuto certamente ambire alla vittoria e forse guadagnare un secondo posto in classifica.

Domani tra l'altro è il compleanno di Miki che ormai si è quasi abituato a festeggiarlo sulla Dakar. Un bel regalo per lui potrebbe essere vincere la speciale di domani, difficile tra l'altro soprattutto per i camion, ma è anche vero che invece, lo scorso anno aveva rotto il camion proprio nei giorni della ricorrenza...