TransAnatolia 2017

link.png Despres lascia KTM. C'è Honda nel suo futuro?


Se n'era cominciato a parlare alla Dakar, a gennaio. Soprattutto negli ultimi giorni, in Cile. La notizia era nell'aria ed andava di pari passo con altri pettegolezzi. Cyril Despres lascia Ktm, o forse è Ktm che lascia Cyril, fattosta che i due nomi non verranno più pronunciati insieme. Ktm ha riconfermato Marc Coma, Ruben Faria e Kurt Caselli. E Chaleco Lopez? Anche di lui si faceva un gran parlare alla Dakar ma lì la notizia era praticamente certa. Chaleco passa alla Ktm ufficiale ma con un team esterno.

Poi stamattina è arrivata la mail di Cyril che annuncia la separazione. Ecco il messaggio del pilota francese qui di seguito :

Cyril Despres leaves KTM for new challenges 

After 12 years and 10 Dakar podiums, 5 of which were victories, Cyril Despres and KTM have jointly agreed to go their separate ways, leaving Cyril free to explore new challenges and new horizons.

Cyril Despres

“I have spent a large part of my career to date with KTM, so as you can imagine it wasn’t a decision that was taken lightly. They were great years, very fruitful, both professionally and personally, and I owe much to everyone at KTM , especially the ‘boss’ Stefan Pierer, whose enthusiasm for the sport of rally-raid matches my own. I would also like to say a big ‘thank you’ to Heinz Kinigadner and Head of Motorsport Pit Beirer and everyone in the rally department. When I arrived it was run by the much missed Hans Trunkenpolz, who taught me how to develop a rally bike, and whose work is now being very ably continued by Stefan Huber. Finally, I say a very fond farewell to my factory mechanic throughout all that time, Roland Bruckner, and my support rider during the last four Dakars, Ruben Faria, who I wish all the best for the future.

Although I say goodbye to all these people, I am sure I will be seeing many of them again very soon, as, with the continued support of my long-time partner Redbull, I will most definitely be staying in the sport. It is a little too early to give any more details, suffice to say I am extremely motivated by the new challenge I am about to embark on and look forward to giving you further details in the very near future."

All the best

Cyril

PS: As the explorer Mike Horn would say "it's not the end of the story, it’s just the beginning of a new one…”.

 

Niente di più vero. Non è la fine di una storia ma l'inizio di una nuova avventura. Cyril sembra sia destinato alla Honda, e questa anche è una voce che andava avanti già durante la Dakar. Le ragioni del divorzio da Ktm possono essere tantissime, e la laconicità del messaggio di Cyril in effetti, forse, fra le righe, ne conferma qualcuna. Pare che Cyril durante la Dakar abbia fatto qualche scenata di troppo, al suo team, specie negli ultimi giorni quando la frequentazione dei meccanici ufficiali con Chaleco si era fatta più serrata. Pare che Cyril non abbia gradito ed abbia alzato la voce - pettegolezzo confermato da più persone, diverse - e questo non è piaciuto alla squadra e tantomeno ai vertici austriaci. Altre discussioni in passato c'erano già state, sempre durante la Dakar - come quella volta del reclamo contro Marc Coma per aver cambiato la ruota - e il grande Kini si era già - sempre stando a sentire le voci - lamentato di questo atteggiamento, non proprio di squadra, di Cyril.