TransAnatolia 2017

link.png RalliArt Italia conquista la T2, con qualche rammarico


2013 - Italian Baja â�� M. De Moraes - E. Du Sachs - Pajero Mitsubishi - RalliArt Off Road Italy.jpgUn podio è sempre un podio, ma forse ci si aspettava di più dalla prima trasferta di Coppa del Mondo dal team toscano di Renato Rickler che era partito alla grande venerdì pomeriggio nel prologo piazzando da subito la Mitsubishi  L200 di Colombo-Briani in 12. posizione assoluta e i due brasiliani, Moraes e Sachs in vetta alla classifica T2, seguiti dall’altro equipaggiostraniero in gara con RalliArt,  Branco-Serodio al 3° posto. L'altro equipaggio italiano, quello di Borsoi-Rossi era quarto dopo il prologo mentre i fratelli Salvi si meritavano la quinta piazza. Un pizzico di sfortuna colpiva subito il T3 di Biglieri e Catarsi, costretti al ritiro.

Nei due giorni a seguire la sorte si accaniva ancora contro il team italiano e se da un lato tutto andava benissimo per gli stranieri, per i piloti italiani la situazione si faceva tesa, per non dire incandescente. Riccardo Colombo per esempio, proprio quando teneva in pugno il 1° posto nel Campionato Italiano e la 10° posizione nel Mondiale, ha avuto una rottura ed è stato costretto al ritiro.

Per fortuna poi le cose si sono messe al meglio e domenica il team ha potuto confermare una serie di risultati positivi. In questo modo "il team italiano RalliArt Off Road Italy ha dominato il podio T2 con l’equipaggio formato dai brasiliani Marcos de Moraes e Eduardo du Sachs, che portano il Pajero Mitsubishi in vetta alla classifica delle vetture di serie, dopo una gara sempre al massimo, iniziata venerdì con la super speciale, proseguita sabato con ben 6 settori selettivi e arrivata alla conclusione oggi con le ultime 4 prove.

Sul secondo gradino del podio i portoghesi Romulo Branco e Joao Serodio con il Pajero T2 RalliArt, che fino all’ultimo hanno combattuto per la prima posizione con i compagni di squadra d'oltre oceano. I fratelli Salvi chiudono in 5° posizione T2 seguiti da Borsoi e Rossi al 6° posto, dopo una gara tutta corsa con l'obiettivo di rimontare il ritardo causato dalla foratura di una gomma nella seconda giornata di gara.  Dopo la conquista della classifica T2 nella tappa italiana, il team RalliArt si prepara per l’Abu Dhabi Desert Challenge di aprile, seconda prova della Coppa del mondo FIA".