TransAnatolia 2017

link.png Sealine: dietro le quinte della prima tappa


Alle 4,40 di questa mattina è arrivato il breve racconto della giornata di ieri del nostro inviato in Qatar, e cioè il mitico Roberto Boasso, il Rosso, come lo chiamano in molti. Il meccanico di Chaleco ci ha raccontato qualche cosa di più della giornata di martedì, prima tappa del Sealine, e ci ha fatto scoprire che...

Innanzitutto parliamo dell'ordine di partenza di ieri che in effetti non era molto chiaro...Per fortuna Roby ci ha chiarito che : " l'ordine di partenza e' stato calcolato sulla classifica del campionato del mondo 2012, all'inverso.. Quindi Marc che era primo avendo vinto il titolo è partito per ultimo, e cioè decimo. Chaleco invece, non avendo preso parte al Campionato 2012 ... Primo.!!! Cioè quarto!!!" E relativamente alla moto, come si trova Chaleco "Bene. La moto e' molto rapida... Chaleco e' contento, abbiamo giusto fatto qualche adattamento alle sospensioni". E gli altri ? "Bè, per  la cronaca e' tornato indietro ieri Przygonski che ha problemi con la moto... Speriamo di farlo ripartire". Ma la storia più interessante arriva ora. Nasser Al Attiyah, rimasto fermo per un problema ieri alla pinza del freno posteriore sinistro, in realtà aveva un altro problema: "Ieri Nasser ha rotto il serbatoio dell' idroguida... È non c'era nessuno che potesse saldarlo... Ci ha provato un francese e si è ustionato una mano... Così sono salito sul camion di Gordon e vai... Serbatoio saldato ! Ora mi faranno cittadino onorario del Qatar ??? ... Salam....!!!!"