TransAnatolia 2017

link.png Romanian Baja: la classifica dopo la seconda giornata


GaetanoAppurate le prime tre posizioni delle moto vediamo che cosa è successo alle loro spalle. Il migliore degli italiani in classifica è Gaetano De Filippo che si ritrova settimo assoluto, primo della Over 450. Il pilota di Caserta con la sua TM ha disputato una bella tappa e il risultato lo conferma.

Davanti a Gaetano ci sono 3 Yamaha e 3 quad. Le Yamaha sono quelle di Peter appunto, di Ruoso e di Andrea Mayer che è quinta assoluta. "Oggi ho viaggiato insieme a lei - racconta De Filippo a fine tappa - sia nella prima ps che nella seconda e mi sono divertito. Andrea guida benissimo, va forte, è precisa, fluida, e pulita e a me fa bene correre con lei perchè così capisco dove sbaglio".

Gaetano non appare stanchissimo stasera, e soddisfatto della sua prestazione e promette belle cose per domani perchè si trova bene con la moto. Mentre i meccanici sistemano la sua TM 530, in attesa di sistemarla in parco chiuso Gaetano si rilassa, preparandosi a domani, per affrontare nuovamente una tappa di una Baja che si aspettava completamente diversa. "Non avevo mai corso una Baja e non sapevo quindi cosa aspettarmi però stando ai racconti che mi avevano fatto pensavo di trovare una gara veloce, con piste piatte, sterrate e veloci appunto, non una linea di enduro lunga 80 chilometri".

Sfortunato invece oggi Simone Toro che nella prima speciale finiva giù da una specie di scarpata e restava incastrato, tra l'altro con il casco, fra il musetto del suo quad e un albero. "Per fortuna c'era un altro pilota lì, che aveva bucato, e mi ha aiutato subito a tirarmi fuori". Il suo quad è un po' conciato quando riparte per la seconda speciale lunga ma oggi non era decisamente la sua giornata visto che ha bruciato la frizione e non è riuscito ad uscire dalla prova. Non si sa ancora se domani sarà in grado di ripartire.

Gianmarco Fossà, altro pilota quad in lotta per l'Europeo - che ha una classifica a parte rispetto alle altre moto e quad in gara per la Coppa del Mondo - è stanco ed il suo quad Suzuki non sta meglio di lui. Alla fine della prima speciale diceva "questa prova è durissima, non so mica se riesco a farla tutta una seconda volta", e invece ce l'ha scandolafatta, solo che è uscito con il posteriore del quad rotto ed ora non è più così sicuro di poter ripartire domani.

Regolare nella sua gara Graziano Scandola che è secondo nella classifica dell'Europeo con il suo Can Am Commander: non ha sbagliato nulla oggi e davanti a lui c'è solo Lukasz Laskawiec, su Yamaha Raptor a meno di 10 minuti. Fossà invece è quinto.