TransAnatolia 2017

link.png Roma e Barreda in testa alla Baja Aragon


Sembra di tornare allo scorso anno, con gli stessi nomi in cima alla classifica anche di questa Baja Aragon. Ma la gara non è finita e le dita quindi, vanno tenute incrociate fino a domani pomeriggio. Nani Roma intanto ha vinto la seconda prova di oggi, battendo nell'ordine Terranova e Holowczyc, con Van Loon in quarta posizione e Schlesser quinto. Nelle moto Barreda è il più veloce e precede nella seconda ps Pellicer e Viladoms, ma quest'ultimo è secondo in classifica generale.

Un acquazzone mostruoso, con tanto di grandine ha sopreso i piloti sulla via del ritorno. Parlo di moto ovviamente, al punto che i piloti sono entrati al bivacco bagnati come pulcini e, se vogliamo cercare i lati positivi della cosa, non c'è stato praticamente bisogno di lavare le moto.

Tanta acqua alla fine di una speciale che non era rapida come si credeva, a parte i primi 15 chilometri. Anzi, era lenta e soprattutto tanto rovinata dal precedente passaggio delle auto e di conseguenza è stata durissima, un po' per tutti. Barreda (Honda HRC) ha vinto, anche questa volta, chiudendo in 2h.39'46" e precedendo sul traguardo Josè Manuel Pellicer (Suzuki) di 1'45" e Jordi Viladoms (Gas Gas) di 2'47". Ma per le classifiche finali c'è da aspettare ancora un po' per avere le conferme della classifica ufficiale.

Lo stesso vale per le auto. Roma ha vinto il secondo settore selettivo ed ora conduce la classifica assoluta, prima di 4 Mini, una in fila all'altra, e la quarta è quella di Peterhansel che ha avuto un problema nella seconda ps. Lo spagnolo ha poco più di 6 minuti sull'argentino Terranova e 9'15" sul polacco, oltre a 15'29" su Peter. Sparisce dalla classifica per il momento Giovanni Manfrinato, mentre migliore degli italiani è Maurizio Traglio, quindicesimo assoluto.

Per ora i primi risultati certi, ma le classifiche ufficiali alla fine di questa giornata solo più tardi, in attesa del via che domani mattina avverrà sia per auto che per moto un'ora prima rispetto ad oggi.