link.png Speciale marathon veloce per le auto al Sertoes


Se le moto hanno sofferto nella tappa marathon, le auto invece sono state ben contente di poter sfogare i propri cavalli su una speciale - la seconda fetta della marathon - finalmente veloce. Talmente veloce da aver fatto registrare un record nelle velocità di punta, come conferma Stephane Peterhansel.

In effetti l'avevano detto che la speciale - 355 km per terminare la marathon - sarebbero stati veloci e così è stato. E finalmente i piloti auto si sono divertiti davvero. Lo confermano i tempi di ieri. Peterhansel ha vinto la ps con 3h.29'51" contro i 3h52'50" della prima moto, tanto per fare un confronto. "Oggi è stata veramente una  speciale divertente e Peterhanselveloce - confermava all'arrivo il francese - tanto è vero che per la prima volta in questa gara siamo riusciti a raggiungere i 100km/h di media. La nostra punta di velocità massima è stata di 184 km/h".

Molto bene è andato anche il brasiliano Guilherme Spinelli con la sua ASX Mitsubishi che se l'è cavata talmente bene da assicurare all'equipaggio il secondo posto di tappa a soli 13' dall'equipaggio francese su Mini X Raid. Spinelli dopo il problema dell'altro giorno sta lentamente risalendo in classifica assoluta ed ora si trova ad essere quarto con un'ora e mezza di ritardo rispetto al leader Peterhansel. Problemi ieri invece per Kolberg e il suo T Rex che dapprima ha sofferto un po' di motore e poi è finito in un burrone, a lato della strada e ha dovuto aspettare l'aiuto di un altro concorrente, il numero 231, il Ford di Amaral Junior per farsi tirare fuori...cosa che ha richiesto comunque un lavoro da 20 minuti.

Anche per le auto oggi speciale lunghissima di 514 km con terreni di ogni tipologia, e come sempre, ancora pietre e guadi da attraversare.