TransAnatolia 2017

link.png Ad una speciale dalla fine della Baja in Ungheria 2013


Ruoso, partenzaQuando manca solo una prova speciale alla fine della Baja ungherese, Alessandro Ruoso recupera su Alex Zanotti e ora solo 10 minuti separano i due piloti in classifica. Ruoso sta tentanto un'impresa impossibile ma deve farlo, perchè così vanno le gare. Zanotti da parte sua controlla il vantaggio, stando attento a non fare errori, su una speciale sicuramente più bella di quella di ieri. 

Il caldo oggi si fa sentire molto di più rispetto a ieri. Alle 9 di mattina ci sono già 30 gradi, e seppure più secchi rispetto all'Italia, si sentono addosso. La prova speciale parte a poca distanza da Papa, sempre da una stradina brulla in mezzo ai campi, polverosa e secca. Alex Zanotti è partito davanti in una prova accorciata stamattina di ben 17 chilometri per problemi di incendi. La forestale sta disboscando una zona per cercare di debellare il pericolo di incendi e in questo modocoppia ungheria una parte della speciale, quella più centrale, è diventata impraticabile e l'organizzazione ha tagliato un tratto. La speciale così è di 61 km, contro i 78 previsti ed alle 10,20 i primi piloti moto fanno già ritorno al bivacco.

Ruoso ha vinto la ps, superando Alex negli ultimi 20 chilometri, e si è presentato per primo al traguardo con un tempo  di 46'15". Zanotti alle sue spalle ha chiuso in 49'24" ma nella speciale di ieri il pilota di San Marino è incappato in un limite di velocità e ha oltrepassato la soglia del consentito pagando 2 partenza gaetanominuti di penalità che gli sono stati affibbiati questa mattina, dopo un controllo dei GPS. In questo modo ora i due piloti sono separati da 10'32", e manca ancora una speciale alla fine di questa decima edizione della Baja.

Terzo tempo di speciale per il quad numero 50 di Kamil Wisniewski che ha chiuso la prova con 50'23", mentre Gaetano De Filippo partito in quarta posizione stamattina ha fermato i cronometri sui 56'30". Anche per lui una penalità di un minuto per un eccesso di velocità rilevato ieri.

Tutti gli altri italiani in gara sono ripartiti stamattina. Raffaello Manenti ha recuperato la stanchezza di ieri e ha disputato tutta la speciale con la sua Bmw F800, dichiarandosi soddisfatto "Mi sono divertito, questa speciale è più bella di quella di ieri e si adatta meglio alla mia moto". Gianfranco Fossà sembra aver risolto il problema della polvere mentre purtroppo Scandola ha lamentato ancora qualche problema ed è stato costretto a rientrare. Ora spera di riuscire a disputare anche l'ultima ps (la sua intervista su videochannel). Sia Conforti che Batoni sono arrivati a fine speciale e ora si preparano ad affrontare la seconda ed ultima della giornata.