KRKA 2018

link.png Conforti e Batoni sul podio della Baja in Ungheria


Conforti e BatoniCe l'hanno fatta anche loro. Tutti e due. Hanno concluso le due speciali di domenica e sono saliti entrambi sul podio della Hungarian Baja 2013. Adriano Batoni (Ktm) ha chiuso in seconda posizione assoluta la classifica della International Open, proprio davanti all'amico ed avversario, Mario Conforti (Beta). Anche Raffaello Manenti ha concluso la gara proprio alle spalle dei toscani.

Adriano BatoniLa sfida fra i due toscanacci schierati nelle fila del team di Renato Rickler - e quindi con due moto in mezzo a sei vetture - era cominciata già nel prologo di venerdì sera quando Adriano (foto a sinistra in alto) si era imposto su Mario con cinque secondi Parco chiuso confortidi differenza. E poi senza esclusione di colpi i due amici sono partiti sabato mattina per le due prove speciali da 122 chilometri. Solo che Mario non ha finito la seconda, mentre Adriano riusciva a portarle a termine tutte e due. "Dopo 25 km sono uscito dalla prova e sono tornato al paddock via asfalto - diceva Mario sabato sera. - Non ce la facevo più. Preferisco fermarmi e poi magari ripartire domani anche se con la forfettaria. Adriano ha voluto continuare ancora un po' ". E invece Batoni alla sera di sabato è arrivato fino alla fine - succede sempre così, dici "faccio ancora dieci chilometri e poi mi fermo, ne faccio altri dieci e poi mi fermo..." e alla fine sei al traguardo.

Domenica mattina poi sono partiti tutti e due dal parco chiuso decisi a finire 'la partita' e ce l'hanno fatta. Nella classifica assoluta della International Open , che tiene conto di quad e moto, Adriano è arrivato terzo, davanti a Mario mario confrotiConforti (nella foto a sinistra) quarto e a Raffaello Manenti su Bmw F800, quinto. Nella classifica delle sole moto invece eccoli tutti e due sul podio. Adriano è salito sul secondo gradino mentre Mario- con la forfettaria di 2ore e 25 minuti sul gobbone - si è dovuto accontentare del terzo gradino.

Raffaello ugualmente ha collezionato una serie di penalità forfettarie perchè anche lui non aveva affrontato la seconda speciale di sabato: nel suo caso la forfettaria ammontava a 3 ore e 55 minuti perchè non aveva disputato - quindi non aveva neanche preso il via - la seconda ps di sabato.

Per restare in tema di penalità Batoni ha pagato solo 4 minuti di penalità: 3 per aver timbrato in anticipo ad un C.O. ed 1 per un eccesso di velocità.