TransAnatolia 2017

link.png Gli iscritti dell'Hungarian Baja 2013


Sono più le auto che le moto. La lista degli iscritti della Baja in Ungheria è appena uscita e salta agli occhi l'ottimo parco partenti delle auto, vista la validità della gara per la Coppa del Mondo FIA. Sono ben 36 le vetture iscritte alla gara di ferragosto, mentre le moto sono 14 per la Coppa del Mondo e 19 per l'Europeo.

Dal 15 agosto dunque, poco più di una ottantina di mezzi - comprendendo nel conto anche le altre categorie, Open e Trob - si daranno appuntamento nella cittadina di Papa per la decima edizione della Baja. Prova valida per le due Coppe del Mondo FIM e FIA, ospiterà le due Mini ufficiali X Raid di Holowczyc e di Nani Roma, a cui vanno tutti i favori del pronostico. Oltre a loro la Toyota Overdrive di Nunzio Coffaro e un piccolo ma nutrito gruppo di italiani, tutti con il team di Renato Rickler, RalliArt Off Road Italy. Sono ben sei gli equipaggi del team italiano, a cominciare da Elvis Borsoi, per proseguire con i fratelli Salvi, quindi Alessandro e Paolo Trivini, Riccardo Garosci che torna a competere dopo un lungo periodo di stop, e infine i brasiliani Moraes e Sachs, tutti su Mitsubishi.

Strana l'assenza di Jean Louis Schlesser che sta combattendo per la Coppa del Mondo, ma al momento non si è ancora iscritto alla gara. Mi incuriosisce la sua assenza anche perchè Jean Louis in questo momento è primo in classifica con 126 punti contro i 95 del polacco della Mini e i 90 di Roma. E' vero però, che oltre a quella ungherese mancano poi ancora altre tre gare per concludere la stagione - Polonia, Faraoni e Baja in Portogallo - e quindi il francese potrebbe aver deciso di scartare questa gara visto che poi, ai fini del risultato 2013, bisognerà effettivamente effettuare degli scarti.

Auto a parte, per quanto riguarda le moto, per la Coppa del Mondo ci sono 9 moto iscritte, più cinque quad. Fra le moto contiamo Alex Zanotti e Gaetano De Filippo con la TM, Alessandro Ruoso su Yamaha, Andrea Mayer con la Yamaha di Stephane Peterhansel che dovrebbe essere il meccanico "extra lusso" della tedesca, e poi il team venezuelano di Luciano De Battista e Michael Berti. Nei quad, sempre per la Coppa mondiale ritroviamo la coppia Sanchez, Patrick e Stefanie, mentre nell'europeo figurano i nomi dei nostri Simone Toro, Graziano Scandola e Gianmarco Fossà in cerca di riscatto dopo la sfortuna della Romania.