TransAnatolia 2017

link.png Pharaons e Transanatolia uniscono le forze


Notizia dell'ultima ora che solo nei prossimi giorni dovrebbe venir confermata da un comunicato ufficiale. Il Transanatolia 2013 è stato annullato, come già detto ieri, per il ritiro di uno sponsor che all'ultimo momento ha deciso di non affiancare più l'organizzazione del rally turco. Il Pharaons Rally invece, dopo tante pressioni, da parte di team e piloti potrebbe aver deciso di saltare l'edizione 2013, e in questo modo....

I due rally starebbero pensando di unire le forze. Il Pharaons potrebbe andare in aiuto al Transanatolia chiedendogli in cambio di aiutarli ad organizzare la gara in un'altra località. L'accordo sembrerebbe quasi fatto, ora bisogna semplicemente aspettare che le Federazioni, auto e moto, decidano cosa fare visto che il Faraoni era valido sia per la Coppa del Mondo FIA sia della FIM. La gara, che unirà Faraoni e Transanatolia, si potrebbe svolgere in Turchia dal 14 al 21 settembre.

Questa la notizia bomba di questo momento. I dettagli si sapranno solo, forse, più tardi.  Ora si stanno cercando di organizzare i trasporti perchè i mezzi per la Transanatolia sarebbero dovuti partire in questo week end. E' vero d'altro canto che anticipando il Faraoni a settembre qualcuno potrebbe obiettare che non ha ancora i mezzi pronti, ma è anche vero che in ogni caso la nave da Venezia, per Alessandria d'Egitto sarebbe salpata intorno al 17 settembre, e quindi...

Contro lo svolgimento del Pharaons Rally di ottobre, vista la delicatissima situazione in Egitto, nei giorni scorsi si erano pronunciati in parecchi, ma era stato chiesto espressamente di non intervenire sulla questione e quindi...è bastato aspettare qualche giorno. I piloti, eticamente, non se la sentivano di andare a correre in un Paese dove si sta combattendo una sorta di guerra civile, così come le Federazioni avevano qualche perplessità vista la presenza dei militari sulla gara - gli elicotteri per esempio, quest'anno, saranno tutti militari. "Ma se stanno con noi durante la gara, chi c'è a difendere i cittadini dagli attacchi?". Era la domanda che si ponevano in molti e poi per ultimo, ma non per questo meno importante, era saltata fuori la questione dei visti, con alcuni Paesi che avevano raccomandato ai propri cittadini di non andare in Egitto e gli avevano negato di conseguenza, il visto (per esempio il Giappone).

Con questo gemellaggio si potrebbero risolvere un po' le cose...Ma ci sono tanti interrogativi ancora in sospeso che necessitano di risposte....aspettiamo la comunicazione ufficiale per saperne di più !