link.png RalliArt Off Road Italia, tutti al traguardo in Romania


Se avete ascoltato le interviste video - in videochannel - di Renato Rickler e di Riccardo Garosci allora già lo sapete. RalliArt ha portato sei vetture sul traguardo dell'Hungarian Baja 2013 delle sei partite venerdì nel prologo. Un en plein importante che conferma tra l'altro l'ottima forma del duo portoghese e di quello brasiliano, ma anche le buone prestazioni degli equipaggi italiani.

Dall'ufficio stampa riceviamo questo comunicato che volentieri pubblichiamo.

"In Ungheria Rómulo Branco si riprende di diritto il 1° posto in classifica mondiale con una straordinaria prestazione che lo ha visto sempre nelle prime posizioni in ogni settore selettivo, fino a conquistare la vittoria con un distacco di 4'32" dal russo Baranenko che scende quindi al 2° posto assoluto, lasciando la leadership al pilota RalliArt. La 5° tappa del Mondiale FIA Cross Country Rallies 2013 è stata caratterizzata da polvere e percorsi tortuosi, con numerose curve a 90 gradi che hanno messo alla prova le abilità di piloti e navigatori, oltre che l’affidabilità delle vetture. I Pajero Mitsubishi RalliArt si sono dimostrati ancora una volta potenti e sicuri, tagliando tutti il traguardo nelle prime posizioni e dominando letteralmente l’intera classifica T2 con 5 equipaggi nelle prime 6 posizioni.

Il pilota portoghese Branco, navigato dal connazionale, João Serôdio, è al momento il più quotato per la vittoria del mondiale con davanti a sé soltanto 3 competizioni per conquistare definitivamente il Titolo.

“Sono ovviamente molto contento di aver raggiunto una nuova vittoria, un risultato che mi permette di passare al comando della Coppa del Mondo", ha detto dopo la gara Rómulo Branco, che ha aggiunto: "L’Hungarian Baja è stata una gara dura, con percorsi molto diversi. Quello di sabato con strade strette, molti salti e polvere ha messo alla prova la vettura che è risultata perfetta e ci ha permesso di portare a termine un’ottima prestazione. La domenica il tratto è stato più veloce, ma sempre in percorsi stretti e spesso in mezzo agli alberi. Nella prima prova abbiamo studiato il tracciato e nell’ultimo settore, con una più chiara concezione dei pericoli, abbiamo potuto spingere e aumentare il nostro vantaggio.”

Ottimo 3° posto T2 per Marcos Moraes e Eduardo Sachs che conquistano il podio ungherese dopo una tre giorni di grande competizione. I brasiliani hanno mantenuto un costante ritmo di gara con il Pajero del team RalliArt e sono arrivati a soli 55 secondi dal 2° equipaggio. “Nelle speciali di domenica siamo andati molto forte conquistando un 3° e 2° posto nei rispettivi settori ed arrivando vicinissimi al tempo di Baranenko – ha affermato Moraes. - Siamo comunque soddisfatti della nostra prestazione ed ora aspettiamo la Polonia per acquisire nuovi punti in campionato”.

Sempre tra i primi Elvis Borsoi ed il suo navigatore Stefano Rossi che, dopo il 3° gradino del podio in Spagna, anche in Ungheria lasciano il segno con un ottimo 4° posto finale in T2 e la vittoria dell’ultimo settore selettivo con un tempo record che li ha fatti balzare davanti a tutte le altre vetture di serie in gara.

L’Hungarian Baja è stata una gara da ricordare anche per l’equipaggio formato da Alessandro e Paolo Trivini Bellini che hanno mantenuto una prestazione costante, veloce e precisa in tutte le prove ed hanno concluso al 5° posto T2, seguiti dai fratelli Lucio e Carmine Salvi in 6° posizione finale. All’8° posto la coppia formata da Riccardo Garosci e Rudy Briani.

Il prossimo appuntamento sarà la Baja Poland che si svolgerà dal 29 agosto al 1 settembre tra la città di Szczecin (Stettino), capoluogo del voivodato della Pomerania Occidentale, Dobra ed il distretto di Drawsko Pomorskie, per un totale di più di 805 km con 503 km di settori selettivi.

Ufficio Stampa RalliArt Off Road Italy