link.png Zanotti vince il prologo


zanotti prologoLo aveva promesso alla conferenza stampa, e comunque se lo sentiva. Voleva partire forte e così ha fatto. Alex Zanotti ha vinto il prologo della decima edizione della Baja ungherese fermando i cronometri sui 4'44" e rifilando la bellezza di 4 secondi ad Alessandro Ruoso, secondo. Terzo posto per il venezuelano Berti. E domani partire davanti sarà basilare per la polvere !

E' partito come sparato da una fionda Alex Zanotti (TM) nel prologo di 7,10 chilometri, prima prova speciale o meglio Super Speciale della Baja in Ungheria 2013. La prima prova speciale era polverosissima, tutta in mezzo ai campi, con qualche albero e soprattutto un bel po' di buche. Subito alla partenza una buca profonda in cemento, per l'attraversamento dell'acqua che irriga i campi, impegnava i piloti, ma Zanotti con la sua TM neanche rallentava e passava 'a palla', così come il protoghese Bianchi Prata che volava letteramente sul cemento, senza quasi toccare terra. Anche Gaetano De Filippo non era da meno e controllava bene la velocità passando bene in mezzo alla folla.

Alla fine del percorso di poco più di 7 chilometri Alex era primo con un tempo complessivo di 4'44" e rifilava a Ruoso, con la Yamaha 450, ben 4". Terza posizione per il venezuelano, Michael Berti che otteneva un 5'06" a dimostrazione di quanto forte sono andati i primi due piloti. Quarta posizione - primo quad al traguardo - per  il polacco numero 53, gaetano ungheriaZbigniew mentre Andrea Mayer è sesta con 5'30". Gaetano De Filippo chiude con una decima posizione, con un tempo di 5'47" con due secondi di vantaggio sul suo antagonista di classe, Luciano de Battista, che ha strappato un 5'49". Il migliore della gara valida per il Campionato Europeo è il portoghese, Pedro Bianchi Prata che non è andato oltre al 5'07" un tempo che gli sarebbe valso il 4° posto nella classifica di mondiale.

La battaglia fra i due toscanacci, Conforti e Batoni è andata a favore di quest'ultimo nel prologo. Adriano (Ktm) ha chiuso in 6'20" battendo di 5" Mario Conforti (Beta); entrambi corrono nella categoria International Open (una loro breve intervista si trova in videochannel con il pronostico sul prologo).

Gli altri italiani in gara sono secondo nella classifica di Europeo e primo dei quad per Simone Toro con il suo Yamaha, con il tempo di 5'21", mentre Graziano Scandola (Can Am) è sesto della loro classifica con un 5'53" . Nono Fossà con il nuovo Can Am a 6'04".