TransAnatolia 2017

link.png Prima vittoria di Viladoms con la Gas Gas


viladoms greciaCi voleva proprio una vittoria. Ci voleva per Jordi e ci voleva per la Gas Gas che in questo momento sta affrontando uno sforzo economico non da poco con il team che ha messo in piedi e che tante soddisfazioni gli sta regalando, dalla Sardegna alla Baja Aragon, alla Grecia. Jordi Viladoms ha vinto il Serres Rally ieri, dopo 5 giorni di gara in Grecia.

Nessuno si merita questa vittoria più di Jordi Viladoms. Perchè è un bravissimo ragazzo. Perchè è un bravo pilota. Perchè ce la sta mettendo tutta. Perchè è uno che si impegna e con Gas Gas vuole davvero dimostrare di essere un pilota in grado di vincere. Al Serres, in Grecia, non erano pochi gli avversari, ma Jordi ha vinto battendo un osso duro come Frans Verhoeven (Yamaha) che ha chiuso in seconda posizione assoluta con 11 minuti di distacco.

Che i primi due piloti in classifica abbiano fatto un po' gara a sè lo dimostra il distacco del terzo, che è Hendrikus Knuiman (Ktm), a oltre 40 minuti dal primo. Il migliore degli italiani è Andrea Cosentino quarto su Ktm 450, che si trova a 42'04" dall'olandese e chissà, magari con una speciale in più da disputare avrebbe potuto forse arrivare al podio. Pedro Bianchi Prata ha chiuso in quinta posizione mentre per trovare gli altri italiani bisogna scendere in 7. posizione dove c'è Cesare Zacchetti (Ktm), e in ottava e nona dove rispettivamente ci sono Angelo Pedemonte e Marco Gandini, entrambi su Ktm. Poi si arriva in ventesima posizione prima di trovare Alessio Corradini su Ktm bicilindrico, mentre Romano Caviglia con la sua inossidabile Suzuki 400 è 28°.

Ci sono altri italiani al traguardo ed è giusto dare una piccola soddisfazione anche a loro visto che sono riusciti a raggiungere il traguardo di questa prova che si svolgeva su un percorso a margherita tutto intorno a Serres. Marco Mammarella è arrivato 37° davanti a Giancarlo Moscone, 38°, mentre Alberto Carlini è 45°, Corrado De Luca 47° ed Andrea Fesani 48°. Otto invece i piloti italiani costretti al ritiro.