TransAnatolia 2017

link.png Chi vincerà il Mondiale FIM? Manca una sola tappa alla fine


barreda marocMamma Mia ! Che suspance. Davvero il Campionato quest'anno si giocherà fino all'ultimo metro di prova speciale. Tutto può ancora accadere e lo sanno sia Marc Coma che Paulo Goncalves, i due in lizza per il titolo mondiale cross country 2013. Oggi Barreda (Honda) ha vinto la tappa, la quinta e penultima del Rallye du Maroc, ma Marc Coma (Ktm) ha recuperato un pochino su Goncalves, e ora....

E' stata la speciale più lunga di tutto il rally 2013, ed anche una delle più difficili. Per la polvere, per i sorpassi resi quasi impossibili appunto dalla polvere, per il fondo duro...Ed alla fine di una giornata tanto difficile Honda HRC chiude con una doppietta e festeggia la sua quinta vittoria su cinque tappe. Barreda e Sunderland, rispettivamente primo e secondo, con lo spagnolo che si è tolto anche la soddisfazione di vincere con la bellezza di 4'15" sul compagno di squadra che oggi ha ottenuto il suo miglior risultato dall'inizio della gara. La terza posizione oggi è andata a Marc Coma che, staccato di 4'26" dal primo, ha recuperato un bel po' del distacco da Paulo Goncalves (Honda) che oggi, decisamente, non ha avuto una buona giornata e ha ottenuto il quinto posto perdendo 6'26" dal primo, e solo due minuti, per sua fortuna, da Coma.

"Non è stata una speciale facile per me - diceva al traguardo Paulo Goncalves, il portoghese della Honda HRC - Ero convinto di fare una bella prova, e fino al km 260 sono stato davanti a tutti senza problemi. Poi ho rotto la strumentazione e non sono più riuscito ad orientarmi. Marc mi ha raggiunto e mi ha passato e a quel punto ho pensato che tutto fosse perduto. Quando siamo usciti dalla prova speciale ero convinto che mi avesse dato almeno venti minuti, ed invece, per fortuna, erano solo due minuti. Domani ci giochiamo tutto nell'ultima speciale". E non posso neanche immaginare la tensione che ci sarà domani nell'aria marocchina, al momento del via dell'ultima tappa, decisiva per l'assegnazione del titolo mondiale.

Il 'pasticcio' per Paulo è che domani lui parte in mezzo ad una selva di Ktm perchè davanti a lui partono sia Marc Coma, oggi terzo, che Chaleco Lopez, quarto al traguardo della tappa odierna, ed alle sue spalle c'è Kurt Caselli, sesto in classifica oggi...In compenso davanti a tutti ci sono Joan Barreda e Sam Sunderland e loro davvero domani devono fare strategia e gioco di squadra.

Dal canto suo Marc Coma sta testando in questi giorni la nuovissima Ktm. Lunedì così raccontava lo spagnolo dalla sua pagina Facebook : "Al ser la primera prueba con la moto nueva, nos ha servido para poder conocer un coma maroccopoco más sus reacciones en competición. Debemos de tener en cuenta que las condiciones en las que realizamos los entrenamientos y las condiciones en carrera no se parecen absolutamente en nada, así que, veremos cómo reacciona la moto a lo largo de los próximos días. En principio, parece que todo va según lo previsto. Ahora debemos centrarnos en buscar el límite de la moto y trabajar en el desarrollo de la misma. A lo largo de la etapa de hoy, bastante complicada y en la que la navegación ha sido muy importante, hemos realizado un buen trabajo y eso nos ha permitido disfrutar y tener buenas sensaciones encima de la KTM". Marc sta lavorando sullo sviluppo della nuova Ktm in condizioni di gara dunque, e le cose stanno andando abbastanza bene: due giorni fa diceva "Cada día me encuentro mejor con la moto y estoy satisfecho y contento tras la etapa de hoy" e oggi al termine della tappa ripeteva che domani è l'ultimo giorno...l'ultima, decisiva, tappa del rally e del Mondiale.

Nella classifica assoluta adesso, Barreda è di nuovo primo con 4'36" su Goncalves e 4'56" su Coma. Che il ritmo stabilito dai primi sia fortissimo lo prova il fatto che il quarto in classifica, che è poi Chaleco Lopez, quindi non esattamente un 'fermo' conta 15'57" di distacco dal primo ed il sesto, Olivier Pain ne conta ben 57'09". Mica male, eh? In compenso oggi si è riscattato Alessandro Botturi che come predetto ieri da queste pagine si è riacciuffato la settima posizione assoluta ed ora è a 1h00'53" da Barreda...Attento Oliver, Bottu ti ha già puntato nel suo mirino...solo 3'44" separano i due piloti in classifica assoluta.

La tappa di domani prevede 27 km di trasferimento e poi una ps di 219 dove nuovamente la fanno da padrone dune, sabbia e navigazione. 39 km di trasferimento porteranno poi i piloti all'arco di arrivo di questo OilLybia Maroc 2013 e solo allora scopriremo il nome del nuovo campione del mondo 2013.