TransAnatolia 2017

link.png Honda vince di nuovo, stavolta con Goncalves


Logo MaroccoProsegue la serie positiva di Honda che oggi ha vinto la tappa, la seconda del Rally du Maroc, con Paulo Goncalves. Il portoghese è stato il più veloce al termine di una prova speciale fatta di sassi, rocce e navigazione. Paulo ora è anche leader della classifica assoluta ed i test con la nuova Honda CRF 450 Rally stanno andando alla grande.

Joan Barreda (Honda) stamattina, partendo per primo ha giocato il ruolo della lepre e non è stato difficile per gli altri piloti seguire la sua traccia. Però la sfortuna ci ha messo lo zampino visto che oggi Helder Rodrigues ha perso un bullone che era fondamentale per la sua Honda visto che teneva un filo importante a livello elettrico. Ha perso un po' di tempo, il portoghese, e stasera in classifica si ritrova fuori dalla rosa dei primi dieci.

Goncalves passa in testa, nella classifica assoluta, e precede il compagno di squadra spagnolo, Barreda, di soli 17". In terza e quarta posizione ci sono le Ktm (anche in questo caso parliamo di moto nuove in versione Dakar), rispettivamente di Marc Coma, oggi nuovamente secondo di prova speciale, e di Chaleco Lopez che ha ottenuto oggi una quarta posizione nella tappa. Botturi su Speedbrain, è ancora nono di tappa, settimo di classifica assoluta al termine di una tappa dove avrebbe potuto attaccare, ma si sarebbe fatto carico di qualche rischio, vista la polvere in cui è stato costretto a correre partendo un po' arretrato.

Domani si allungano un po' le tappe e soprattutto si va a Mahmid, posto ben noto per la sua sabbia e le sue dune, non difficili, ma senza dubbio impegnative. Mahmid è una tappa tipica del Marocco che ha sempre fatto classifica, anche nella Heroes Legend, perchè è una zona per niente facile. La gara parte presto e affronta subito un trasferimento di 65 chilometri, fino alla prova speciale che domani sarà di 250 km. Al termine altri 98 km porteranno di nuovo i piloti in hotel, al termine della terza tappa del rally.