TransAnatolia 2017

link.png Il titolo mondiale a Paulo Goncalves


E' stata una speciale strana questa sesta ed ultima del Rallye du Maroc, diversa da tutte le altre, e non solamente perchè non l'ha vinta la Honda HRC che si era conquistata pian piano tutte le vittorie nelle precedenti cinque tappe. L'australiano Ben Grabham ha vinto con la Ktm la sua prima speciale di un rally africano, ma Paulo Goncalves ha chiuso in quinta posizione la tappa vincendo il Rally ed anche il titolo mondiale.

Era stata annunciata come la tappa più difficile di tutto il rally ed è stato esattamente così. Tante difficoltà di navigazione che hanno prima fatto cadere in errore Joan Barreda e poi Marc Coma. Barreda che partiva davanti a tutti si è perso di brutto ed al primo cp, al 76° chilometro, già pagava un ritardo rispetto agli altri di 15' perchè oltre a perdersi era anche caduto. A quel punto Coma ha recuperato 13" dei 14" di ritardo che aveva su Paulo Goncalves e l'esperienza dello spagnolo della Ktm sembra ormai poter garantire la vittoria finale. Ma è proprio vero che le gare finiscono sotto la bandiera a scacchi e Marc, fra il primo ed il  secondo CP, ha finito per perdersi. Non perde tantissimo tempo, come accaduto prima a Barreda, ma quando arriva al CP2 - al 156° km - Paulo Goncalves è già passato e ora il suo vantaggio è di ben 2'40" su Coma. A questo punto bisogna solo gestire e restare concentrati, ed è quello che Paulo fa. Tra l'altro con la debacle di Barreda, Paulo Goncalves finendo quinto di speciale agguanta anche la prima posizione e quindi la vittoria del Rally e con essa il titolo mondiale 2013. Ora le classifiche non sono ancora ufficiali, ma alle spalle di Paulo nella classifica generale c'è Marc Coma con un ritardo di 3'44" mentre Barreda regala alla Honda il terzo gradino del podio ma avverte un ritardo di 7'39". La quarta posizione è per la Ktm di Chaleco Lopez che conta un distacco grandioso, ben 32'58" dal primo.

Ed ora in attesa dei dettagli, Honda comincia a preparare la festa per stasera !

La vittoria dell'australiano oggi ha cambiato un po' la classifica generale visto che Ben risale in sesta posizione e scalza Olivier Pain che scende in ottava dietro Kurt Caselli, mentre Botturi deve accontentarsi della nona posizione assoluta.