KRKA 2018

link.png 175 moto iscritte alla Dakar 2014


ShercoAndiamo ad analizzare nel dettaglio chi sono i piloti che affronteranno la prossima Dakar in moto. Scopriamo con che cosa correranno, come si chiamano, da dove vengono e soprattutto che numero di gara avranno. Conosciamoli più da vicino, andando a scoprire anche qualche sorpresa.

Cominciamo dalle moto, che saranno ben 175 alla prossima Dakar. Capitanate da Cyril Despres che avrà il numero 1 sulla carena della propria Yamaha, ultimo vincitore della competizione ed unico al momento a detenere - nel gruppo dei piloti odierni - cinque vittorie della Dakar. Con il numero 2 ci sarà Marc Coma, sulla nuova Ktm 450, che rientra alla Dakar dopo l'assenza dello scorso anno dovuta all'infortunio che gli era costato una frattura alla spalla, e con il numero 3 ci sarà l'agguerrito Joan Barreda in sella alla Honda. Numero 4 per Jordi Viladoms, che è diventato l'alfiere della Gas Gas, insieme a Gerard Farres e Marc Guasch che rispettivamente hanno i numeri 24 e 27. Numero 5 per Chaleco Lopez, ufficiale Ktm e numero 6 per il giovane Olivier Pain che con la Yamaha già nel 2013 aveva disputato una splendida gara. L'altra Honda, di Helder Rodrigues, avrà il numero 7, e alle sue spalle ci sarà Ruben Faria, su Ktm, portoghese anch'egli, che sta ancora lottando con il dolore al polso rotto qualche mese fa e anche con un po' di malinconia, dopo quando accaduto a Kurt Caselli.

David Casteu torna a competere con il numero 9 in sella ad una Ktm. Il pilota francese ci aveva annunciato il cambio di marca all'Eicma (intervista videochannel) chiedendoci però di non rivelare la nuova marca con cui correva. Ma David è davvero contento del suo contratto Ktm che gli permetterà, finalmente, di correre senza david casteupensieri, di concentrarsi sulla gara, di non doversi organizzare tutto nei minimi termini perchè finalmente ci sarà chi lo fa per lui. Visto l'exploit della Dakar 2013 quindi, sinceramente mi aspetto che David diventi l'outsider di questa prossima Dakar, e mi aspetto anche, una volta acquisita sicurezza con la moto, di vederlo in cima alla classificia di qualche tappa. Numero 10 per Paulo Goncalves, campione del mondo 2013 del tout terrain, anche lui naturalmente nelle fila del team Honda che conta anche Sam Sunderland, numero 18, e Javier Pizzolito, 14. La Sherco, un po' a sorpresa schiera due piloti che conosciamo bene: Juan Pedrero numero 23 e Alain Duclos, francese con origini senegalesi, numero 22.

TM team dakarAndiamo ora a scoprire i nostri italiani. Il numero più basso spetta ad Alessandro Botturi: ha il 21 ed è la prima Speedbrain nell'elenco degli iscritti. Paolo Ceci ha il numero 31, stessa moto di Bottu e subito dopo, con il 43 c'è Alex Zanotti, iscritto come Repubblica di San Marino - giustamente - con la nuovissima TM 450, la stessa che avrà Gaetano De Filippo, alle prese con la sua prima Dakar, numero 88 sulla carena.

Francesco Beltrami torna alla Dakar con una Honda, numero 81, e Giulio Napoli sarà uno dei piloti della Beta Boano, e avrà il numero 94. Paolo Sabbatucci è alla sua seconda Dakar, nelle fila del team di Franco Picco, e sarà in sella ad una Yamaha numero 123. Con lui ci sarano anche Carlo Seminara, 156, Francesco Catanese e Paolo Libralesso, tutti su Yamaha, rispettivamente 177, 178. Filippo Talini e Diocleziano Toia sono alla loro prima esperienza alla Dakar: il primo su Ktm numero 142 e Toia su Ktm (la sua intervista è su videochannel) numero138.Beta Boano

Il team di Boano, oltre a Giulio Napoli conterà anche Luca Viglio che ritenta la Dakar dopo essersi fermato prima del tempo lo scorso anno, e avrà una Honda numero173. I due fratelli Brioschi, Alberto e Marco, saranno rispettivamente 162 e 163. In tutto i piloti moto italiani sono 15 !