TransAnatolia 2017

link.png Classifiche e aneddoti per l'Enduro sul...Serio


sul serioCi sono altre cose da aggiungere, oltre alla semplice e mera cronaca per la gara di domenica, la prima edizione dell'Enduro sul Serio organizzato dal Chiosco Cafè di Cologno di Gianni Ventriglia, l'Off Road Berghem e il Moto Club Chieve. A cominciare dalle classifiche.

Le classifiche sono in formato pdf e ve le potete scaricare e leggere direttamente da qui e poi salvarle sul vostro computer. Ci sono due classifiche, quella divisa per classi e la classifica giro per giro per ogni pilota, quella che strapperà quindi il maggior numero di commenti. E' importante ricordare che c'è un errore nella classifica marathon, perchè colui che risulta vincitore in effetti correva in coppia e quindi compare nell'altra classifica. Ce n'eravamo accorti comunque, subito, solo che essendo un formato pdf non si riesce a correggerlo e quello potrà casomai farlo solo Nicola del Prato. Ad ogni modo voi leggete le classifiche togliendo il primo della marathon e considerando il secondo come vincitore, facile no?

Classifiche Classi Enduro sul Serio

Classifica tempi al giro

Sapendo chi partiva prima e chi dopo potrete conteggiare per esempio la differenza di velocità delle varie coppie. Per esempio, guardando i primi giri potrete osservare come Jonathan Manzi che ha effettuato i primi 40 minuti circa abbia girato quasi sempre intorno ai 3 minuti e 10", mentre Gionni Fossati - in coppia con Angelo Signorelli "110 anni in due" come scherzava Angelo -. abbia mantenuto un ritmo intorno ai 3 minuti e 15, a parte il primo giro che ha registratro un 3'29. Per la coppia Crippa-Ghislandi il primo a partire è stato Angelo Crippa che nei primi giri ha alternato tempi fra i 3'30 e i 4', a seconda probabilmente del traffico della partenza. Luca Ghislandi è partito molto bene, mentre Michele finiva di sistemare la logistica della gara preso da mille impegni e pensieri, e ha girato all'inizio con tempi non lontani daspandre traguardo quelli di Manzi.

Date un'occhiata poi ai tempi dei Mini: Manolo Morettini insieme a Samuele Minelli era il numero 55 e nella lista dei tempi si trovano anche degli eccezionali 3'13" e ne sa qualcosa Pierluigi Ghislandi che si è tovato a combattere, ad armi pari, con l'indemoniato Manolo, riuscendo a superarlo e poi portandoselo dietro, attaccato alla ruota, per oltre 20 minuti. "Non riuscivo a distaccarlo - raccontava a fine gara Pierluigi - quando l'ho trovato davanti ci ho messo un paio di minuti ad arrivargli sotto e lui mi teneva d'occhio e si è fatta subito da parte, da grande professionista, per farmi passare. Poi però appena io sono passato si è incollato alla mia ruota posteriore ed è rimasto lì per tutto il tempo, sentivo il rumore della sua TM nelle orecchie non sono riuscito a distanziarlo per più di 50 metri". 

Certo poi, la coppia Crippa-Ghislandi come nelle migliori tradizioni Six Days è rimasta senza benzina quando mancava meno di metà giro alla fine e 'Pierlu' è stato costretto a fermarsi a rifornire per poter tagliare il traguardo.

Il miglior tempo? E' segnato in verde, ed è quello di Jonathan Manzi al 54esimo giro, quando è riuscito a strappare un eccezionale 2'50"53.

Le classifiche sono comunque sul sito www.cronobg.it cliccando risultati, mentre le foto si trovano su www.mmfoto.it