TransAnatolia 2017

link.png Oltre 500 persone alla presentazione di Botturi


bottu lumezzaneE' stata una bellissima serata quella di ieri a Lumezzane, dedicata al campione di casa, Alessandro Botturi, che fra un mese partirà per la sua terza Dakar, in sella ad una Speedbrain. Una serata organizzata al cinema teatro Odeon che ha fatto registrare il tutto esaurito, con diverse persone in piedi che sono rimaste per tutto il tempo, in attesa alla fine di congratularsi e stringe la mano al bravissimo Botturi.

L'umiltà e la simpatia di un grande campione, 9 titoli italiani sulle spalle nell'enduro, avevano fatto temere a Botturi di non riempire il teatro. Un'oretta prima dell'inizio della presentazione Bottu si chiedeva se la gente sarebbe venuta, se ancora una volta il suo paese della bresciana gli avrebbe dato il sostegno morale, tanto importante per uno sportivo del suo livello.

E invece, quando alle 20 si sono aperte le porte dell'ingresso del teatro, la gente è entrata a frotte. Si è riversata nella hall a chiacchierare, in attesa che si aprissero le tende della sala e fosse permesso di accomodarsi in platea e in galleria. Il pienone ! Saliti sul palco per la presentazione tutti noi ci siamo emozionati perchè in effetti faceva un certo effetto vedere tante persone così, che non si sono risparmiate e hanno battuto le mani a Botturi senza lesinare. Si è parlato di tutto, con la moto nella sua nuova veste grafica lì accanto, del percorso, dei ricordi, del peso in chili di Botturi che deve perdere ancora qualcosina per la Dakar ma appare comunque già in forma smagliante.

Sul palco sono saliti il vicesindaco, nonchè assessore allo Sport di Lumezzane, Lucio Facchinetti che ha fatto gli onori di casa e Pier Domenico Dall'Era, vicepresidente del Moto CLub Lumezzane che ha sempre sostenuto negli anni il suo campione. 

Alessandro è pronto per questa sua terza Dakar, forse più pronto che mai. La prima volta infatti, nel 2012 lui era alla sua prima esperienza e nonostante un risultato eccezionale, ottavo assoluto, il miglior piazzamento di sempre alla Dakar per un debuttante, ha sfruttato questa edizione per capire che cos'è una Dakar e come funziona. Lo scorso anno, chiamato in Husqvarna Speedbrain all'ultimo istante, non aveva avuto modo di allenarsi come avrebbe voluto con la moto. Quest'anno invece, sta lavorando duro da molto tempo, forse anche da troppo, tanto è vero che nell'intervista su videochannel (http://video.worldrallyraid.com/intervista-alessandro-botturi-presentazione-lumezzane-novembre-2013-video_fbb46209d.html ) ha confessato di avere in programma di riposarsi per 25 giorni. Quest'anno poca bici ma tante camminate a piedi, insieme ad amici e altri piloti, campioni come lui, come per esempio Lorenzo Zanetti, anche lui ieri presente alla serata, e sul palco per un saluto ad Alessandro. "Mi fanno camminare tantissimo" - ha scherzato il Bottu, che si sta allenando in moto, ma anche in palestra e all'aperto, nonostante il freddo che a Lumezzane non scherza.