link.png Niente Dakar per Miki Biasion


biasionUna telefonata piena di amarezza quella di Miki Biasion. Sono quasi le sei di pomeriggio quando il pluricampione del mondo rally annuncia la sua rinuncia alla Dakar 2014. Una notizia triste, che in fondo si cominciava già ad intuire visto come stavano andando le cose in questi ultimi giorni...

Miki Biasion, una volta risolto e chiuso il contratto con De Rooy - che schiera i camion Iveco alla Dakar - sarebbe dovuto partire nelle fila del Team Orobica Raid, con la FIAT Panda rimessa a nuovo, anche nell'aspetto estetico. Il progetto era bello, ed ambizioso, e prevedeva addirittura due grossi nomi del rally al volante delle due piccole FIAT, e invece le cose non sono andate come previsto.

PandakarIn un primo tempo doveva essere Alex Caffi il pilota impegnato insieme a Miki Biasion, sull'altra Panda, ma il pilota di Brescia aveva già annunciato da tempo che non avrebbe corso nuovamente con la Panda alla Dakar. Così Miki Biasion, ritrovandosi solo aveva cercato altri colleghi rallisti, spaziando da Fiorio ad Aghini, ma purtroppo il tempo non ha giocato in suo favore...Metter su la squadra in poco tempo, trovando le risorse economiche per fare correre le due Panda, sì, ma anche i camion in T4, i famosi angeli custodi delle piccole di casa Fiat, non era cosa da poco. Miki però ci ha provato in tutti i modi, ha creduto nel progetto fino alla fine, ma oggi pomeriggio si è dovuto arrendere.

L'Orobica team ha mandato giù nel frattempo una sola Panda in Argentina, imbarcando a Le Havre i due camion T4 e un T5 che condivide con Tecnosport: inizialmente si era pensato che la seconda Panda, una volta messo insieme il budget necessario, sarebbe potuta partire più tardi, in aereo, ma così non è stato.

"Sono davvero amareggiato - confessa il pilota di Bassano al telefono - non mi era mai capitata una cosa del genere. Oggi ho dovuto annunciare con un comunicato che ho diramato con l'Ansa che non parteciperò e mi dispiace davvero tanto". Sui particolari e gli altri dettagli torneremo nei prossimi giorni con una intervista approfondita con Miki.