TransAnatolia 2017

link.png Al Motorally all'Isola d'Elba Botturi trionfa


La Napoleon Cup brilla nelle mani di Alessandro Botturi che oggi si sente davvero imperatore, come lo fu Napoleone, che all'Elba sbarcò esattamente 200 anni fa. Per questo il Moto Club Isola d'Elba, nell'ambito dei numerosi festeggiamenti per la ricorrenza, ha deciso di inserire una coppa dedicata proprio all'Imperatore Corso anche all'interno del week end di Motorally.

 


E Botturi l'ha vinta perchè doveva - semplicemente-- andare più veloce di tutti gli altri nel cross test - come lo chiamano nell'enduro-  e cioè il fettucciato. Doveva andare più veloce di tutti e 'Bottu' l'ha fatto, ma mica solo una volta, no, lui no...si è ripetuto per ben 4 volte. E' stato il più veloce ieri nelle due speciali fettucciate e anche oggi, in tutte e due.

Ma oggi ha vinto anche la speciale lunga da 34 chilometri e alla fine ha trionfato a fine giornata sull'ormai 'elbano' Fabio Fasola che nulla ha potuto contro la potenza del lumezzanese.

Botturi. Botturi. Botturi. Il suo nome si legge in cima a tutte le classifiche delle tre prove speciali della terza giornata di gara del Campionato Italiano Motorally 2014. Il giorno 2 della prova dell'Isola d'Elba, a Portoferraio, porta il sigillo del pilota di Lumezzane che in sella alla sua Husqvarna FE 450 del CF Racing di Fabrizio Carcano oggi non ha dato spazio agli avversari nei poco più dei 140 chilometri del percorso. Botturi è partito subito forte, infliggendo oltre due secondi nel primo fettucciato della domenica, a Luca Vecchi. E se il buongiorno si vede dal mattino....
In una giornata di primavera, con l'odore del mare nell'aria, Alessandro Botturi ha respirato a pieni polmoni e ha vinto anche la seconda prova speciale. 34 chilometri percorsi senza errori e al traguardo della ps i secondi sono ben 39 su Fabio Fasola che conosce l'isola meglio delle sue tasche dopo tanti anni di scuola e raduni organizzati all'Elba. La terza ps, di nuovo il fettucciato della mattina, è quasi un proforma, ma Bottu non si risparmia. Vince anche quello: Matteo Graziani chiude alle sue spalle il cross test con soli tre secondi ritardo.
La giornata si chiude così, con Bottu sul gradino più alto del podio, seguito in classifica da Fabio Fasola e da Andrea Mancini, il vincitore della gara di ieri.
Ora in classifica di campionato Alessandro conduce con un buon vantaggio sugli inseguitori e si riagguanta anche la prima posizione della classifica di classe: 14 i punti di distacco dal perugino Mancini e 24 sul toscano Glauco Ciarpaglini.

Luigi Martellozzo, Husqvarna FE 250, sale nuovamente sul podio della sua classe, 250, quest'oggi al terzo posto e dimostra la sua passione per i fettucciati visto che chiude il primo stamattina in terza posizione e il secondo, nel primo pomeriggio in sesta.
Davanti a lui nella classifica di classe c'è ancora una volta il portatore d'acqua dello squadrone Husqvarna, e cioè Mauro Uslenghi, Husqvarna TE 250, che ieri era stato penalizzato ed aveva dovuto rinunciare ai fasti dei primi posti in classifica.
Alex Zanotti è ottavo assoluto dopo la faticata di ieri quando ha corso con la febbre ed una brutta infezione virale allo stomaco: oggi ha recuperato bene e ha strappato l'ottavo posto assoluto, secondi classe su TM.

Prossimo appuntamento con il motorally il 18 maggio, e questa volta si va in Umbria, a Norcia, a pochi passi da casa Mancini.

Classifica di oggi:

Alessandro Botturi - Husqvarna - 41'.44".84

Fabio Fasola - Ktm - a 46".91

Andrea Mancini - Beta - a 54".06

Glauco Ciarpaglini - Ktm - a 1'38".59

Niccolò Pietribiasi - Fantic - 1'41".87