link.png Biasion correrà all'Italian Baja di Pordenone


Se ne parlava già da qualche giorno ma mancava il si definitivo che è arrivato praticamente ieri. Miki Biasion correrà L 200 Biasionall'Italian baja e lo farà insieme al team di Renato Rickler, R Team - RalliArt. Non è la prima volta che i due condividono l'esperienza del correre insieme visto che alla prima Dakar 2009 in Sud America Miki corse proprio con il team italiano. Oggi l'esperienza si ripete, a Pordenone, con il Mitsubishi L200 con un incredibile motore da 6200 cc.

Dal Comunicato stampa emesso dal team :

"R TEAM - RALLIART con la sua armata è pronto a schierare 5 equipaggi ai nastri di partenza dell’ Italian Baja che si svolgerà dal 13 al 16 marzo a Pordenone.

Nella categoria T1 il Team mette in campo un tridente eccezionale composto dagli equipaggi Biasion-Briani (L200 6.2), Colombo-Catarsi (L200 3.8), e Totani-Totani (Pajero WRC 3.8).

Il “Miki nazionale” con alle note l’esperto Rudy Briani correrà con il potentissimo L200 6200cc che con il nuovo motore da 370cv flangiato, dopo i primi test effettuati, ha convinto il bicampione mondiale rally a presentarsi al via della gara italiana per dare filo da torcere agli specialisti del cross country e testare a fondo il nuovo propulsore.

Non meno agguerrito sarà il milanese Riccardo Colombo che vuole vendicare la passata edizione quando al comando della graduatoria si ritirò per un inconveniente meccanico. A lui e il suo navigatore Massimiliano Catarsi il compito di testare le evoluzioni dell’ultimo telaio tubolare di casa RALLIART con nuove sospensioni e un miglior bilanciamento dei pesi che, uniti al sempre performante MIVEC da 3800cc, rende l’ L200 ancora più equilibrato. Con il compagno di squadra cercherà di ripetere la doppietta dei 2 pick-up Mitsubishi come avvenuto nell’ edizione 2012.

A difendere i colori del Team ci sarà anche Tito Totani a bordo del Pajero WRC 3800cc che cercherà di portare ai vertici della classifica il sempre performante prototipo che ha regalato diverse soddisfazioni al Team.

Tra gli obiettivi di casa RALLIART c’è la voglia di confermarsi nuovamente nella categoria T2, dove il Pajero domina la scena mondiale da ormai 2 anni con un titolo mondiale conquistato nel 2012 e il piazzamento di tre vetture nei primi quattro posti nel 2013.

“Nelle ultime due stagioni i nostri fuoristrada hanno vinto 9 gare baja su 10” afferma il team manager, Renato Rickler “quindi per il 2014 li abbiamo ulteriormente migliorati per cercare di bissare i successi degli anni passati”.

A portare in gara i Pajero RALLIART ci penseranno Elvis Borsoi navigato da Stefano Rossi vincitori dell’ultima tappa mondiale 2013 in Portogallo e vogliosi di riconquistare il gradino più alto del podio della gara di casa come nell’edizione 2012, e la coppia di fratelli Carmine e Lucio Salvi forti della loro esperienza pluriennale che gli ha permesso di finire a punti tutte le gare della passata stagione.

Grande assente in casa RALLIART sarà il brasiliano Marcos Moraes, mattatore dell’ultima edizione, che per la troppa vicinanza della gara italiana con quelle degli Emirati, è stato costretto a scegliere a quale evento prendere parte, vista l’impossibilità di partecipare ad entrambi con la stessa vettura e preferendo quindi imbarcare il proprio Pajero (partenza della nave il 10 marzo) per la trasferta araba che lo vedrà come portacolori del Team Italiano.

L’appuntamento è fissato a Pordenone il 14 marzo per il via della 21° edizione dell’ Italian Baja".