KRKA 2018

link.png Svelata la Dakar 2015


A Parigi, in Rue Cimarosa, proprio di fronte all'ambasciata argentina della città, si è tenuta oggi la prima conferenza stampa 2014 relativamente alla Dakar 2015. Finalmente svelati i tre Paesi che attraverserà quest'anno la gara, con partenza ed arrivo da Buenos Aires, esattamente come le prime edizioni da che la gara di corre in Sud America. Tappa di riposo a Iquique in Cile.Conferenza stampa

La Dakar torna a Buenos Aires e questa è la prima buona notizia. La seconda è che si ritorna al percorso ad anello, con partenza ed arrivo dallo stesso posto, cosa che semplifica enormemente la logistica di una gara che già di per sè non è semplice da organizzare. Tre i Paesi coinvolti, Argentina appunto, Cile e Bolivia con la tappa di riposo ad Iquique, a pochi passi dal mare dunque. L'altra novità, assoluta, riguarda la tappa di riposo che quest'anno sarà diversa per moto e quad e per auto e camion. Ebbene sì, le auto e i camion avranno la loro tappa di riposo il giorno 11 gennaio, mentre moto e quad ce l'avranno il giorno dopo e questo, in effetti, per la logistica, non sarà poi così semplice da gestire.

Ma le difficoltà saranno più di una come annuncia il direttore sportivo David Castera che avvierà le equipe di ricognizione la prossima settimana in Argentina. Si prevedono due tappe marathon per le moto, una per le auto e una per i camion. E poi in più di qualche tappa ci saranno itinerari diversi per le due ruote ed ancora la partenza in Argentina per passare subito in Cile, risalire tutta la costa e poi arrivare in Bolivia, subito dopo il giorno di riposo.

Il percorso con le tappe sarà svelato la prossima settimana in Argentina, il primo aprile. Al momento i rappresentanti di stato presenti alla conferenza parlano di 3 notti in Bolivia e 4 tappe, 7 notti in Cile e 6 tappe ed il resto in Argentina, ma è ancora presto per averne certezza perchè molte cose devono ancora essere decise. Al momento l'anteprima è questa.

Alle 13,30 sugli Champs Elysée Peugeot svelerà il suo team e il suo mezzo per la Dakar 2015, ed ora tutta la carovana di giornalisti e rappresentanti ufficiali si sta spostando a piedi fino agli Champs.