TransAnatolia 2017

link.png Barreda, Al Attiyah e Abu Issa conquistano il Sealine 2014


Nasser primo pianoSi è conclusa proprio mentre in Italia ci si metteva a tavola per festeggiare il 25 aprile, la terza edizione del Sealine Cross Country Rally 2014. Se nelle auto la vittoria di Nasser Al Attiyah sembrava ormai quasi scontata non era lo stesso per le moto dove Barreda ha vinto balzando anche in testa alla classifica di Campionato del Mondo di specialità.

barreda qatar winsLa quinta ed ultima speciale di oggi ha rispecchiato un po' quelle che erano le aspettative della vigilia. Joan Barreda (Honda) è partito dietro Marc Coma (Ktm) e non ha dovuto far altro che restare con lui, controllarlo e restare concentrato. In questo modo, mentre il vincitore della quinta ed ultima tappa sembra essere Helder Rodrigues (Honda), Barreda ha vinto la gara, imponendosi per poco più di un minuto su Coma mentre Paulo Goncalves al traguardo è arrivato sesto, con 12' di distacco dal primo e finisce la gara in quinta posizione. Sembra essere - riguarda ad Helder Rodrigues - perchè stamattina il pilota portoghese è partito con dieci minuti di ritardo, per colpa di un problema alla strumentazione e la classifica della speciale ha quindi bisogno dell'avvallo della giuria FIM che si riunirà fra poco.

Il Team HRC Honda Rally porta avanti la sua partita con Ktm ed al momento il risultato è di 2 a 0. Il team infatti, ha vinto sia ad Abu Dhabi sia in Qatar ed ora la classifica mondiale vede in testa Joan Barreda, davanti a Marc Coma staccato di un solo punto. Quattro vittorie su cinque speciali sono il ricco bottino della Honda in questo rally raid serratissimo. Sfortunato invece Jordi Viladoms (Ktm)che dopo un bel rally si vede portare via all'ultimo istante il podio da Helder Rodrigues che vincendo la tappa di oggi, con un bel vantaggio tra l'altro, si risolleva in classifica finendo in terza posizione assoluta, scalzando appunto Jordi. Lo spagnolo stamattina alla partenza in effetti aveva un vantaggio minimo su Paulo Goncalves ma Helder era parecchio più indietro - 4' e mezzo - e non sembrava poterlo impensierire, e invece non è andata così. Paulo è arrivato alle spalle di Viladoms nell'ultima speciale, ma Helder l'ha vinta rifilando al pilota Ktm la bellezza di dieci minuti, abbastanza da passarlo in classifica generale.

La classifica mondiale vede Barreda al comando dopo due gare con 35 punti contro i 34 di Marc Coma e i 31 di Paulo Goncalves.

Nelle auto la vittoria dell'ultima tappa va al brasiliano Reinaldo Varela che regala il primo successo di tappa alla Toyota Overdrive che in questo Sealine non aveva ancora vinto neanche una speciale, visto lo strapotere di Al Attiyah che vince per la seconda volta il rally di casa sua. Il team X Raid segna così il suo secondo successo consecutivo, dopo quello di Abu Dhabi nel Desert Challenge con Vladimir Vasilyev, che ora comanda la classifica FIA di Coppa del Mondo.

Nasser Al Attiyah con il suo nuovo copilota Matthieu Baumel, ha fatto davvero un ottimo lavoro e non ha lamentato il minimo problema alla sua Mini - a differenza per esempio del compagno di squadra Krzysztof Holowczyc - vincendo con un vantaggio di oltre un'ora - 1'16"56 per la precisione - sulla coppia russa Vladimir Vasilyev  e Konstantin Zhiltsov anche loro su MIni. Terza posizione per Marek Dabrowski che come anticipato ieri dalle pagine di Worldrallyraid ha tentato davvero il tutto per tutto per conquistare un podio al quale teneva tantissimo, e al quale teneva soprattutto la Toyota Overdrive che qui in Qatar ha subito davvero la supremazia della Mini X Raid. 'Dabro' supera di misura in classifica l'altro polacco della Toyota, Adam Malysz, staccato dal 'compagno di squadra' di soli 3' . Cercando anche qui la similitudine con il calcio possiamo dire che la partita Mini X Raid e Toyota Overdrive ora è 2 a 2, in situazione di parità !

Nei quad vince il pilota locale Abu Issa che riesce a battere Rafal Sonik, secondo anche oggi in speciale. La gara dei quad, rimasti solo in due in gara, è stata comunque incredibile perchè il polacco con i 34 minuti persi per un errore di navigazione nella terza ps non è riuscito a recuperare, nonostante le innumerevoli forature di Abu Issa -anche oggi una per l'arabo !

L'attuale classifica di Coppa del Mondo FIA vede, alle spalle del russo Vasilyev, primo con 135 punti, proprio i due ex motociclisti polacchi, Dabrowski e Czachor con 70 punti davanti a Malysz a quota 66, mentre l'altra Toyota di Al Rajhi è quarta con 60 punti complessivi - grazie ai due successi nelle Bajas di inizio anno -  gli stessi 60 punti di Nasser Al Attiyah.

La prossima gara in programma ora, FIA e FIM sarà il Pharaons Rally, in maggio.