link.png Oltre 300 concorrenti al KRKA Enduro Raid 2014


Krka 2014Il KRKA Enduro Raid, quest’anno ha festeggiato la sua quarta edizione e ha visto al via ben 305 uomini e 8 donne - 313 in totale, esattamente il doppio dello scorso anno! - in rappresentanza di sette nazioni, che hanno affrontato in due giorni due anelli di circa 200 km nelle giornate di Venerdì 2 e Sabato 3 Maggio.

Quattro le prove speciali in due giorni: la prima a soli 100 metri dalla partenza – la tradizionale prova di due chilometri e mezzo sulla spiaggia della penisola di Raduca a Primosten - e la seconda, consueta prova in linea, di dieci km prima della finish line. La terza prova speciale è stata una inedita “extreme” sulle rocce della spiaggia di Primosten, in cui non è stato il tempo l’ostacolo principale, bensì l’asperità degli ostacoli e la fatica accumulata nella giornata. La quarta ed ultima prova si è corsa  sabato mattina, con una impegnativa salita dell’entroterra di Brodarica.
Le classifiche erano suddivise fra assoluta, monocilidrici, bicilindrici e femminile con l'introduzione quest'anno dei “crazy old men (Over 50)” e il “family contest” per piloti della stessa famiglia.
Nessun posto meglio di Primosten, 25 km a sud di Sibenik, poteva ospitare il KRKA Enduro Raid visto che la splendida cittadina che ospita da quattro anni il KRKA è, secondo il claim dell’ente del Turismo, “il perfetto connubio di Sole, Mare e Pietra”.
Purtroppo la seconda giornata del TRX 2014 KRKA Enduro Raid si è aperta, secondo le previsioni meteorologiche, sotto un’acqua scrosciante che ha accompagnato i piloti per tutta la giornata, alternandosi conKrka 2014 - 1 raffiche di vento e squarci di asciutto. Per questo il pit-stop gastronomico si è protratto per molti ben oltre la canonica mezz'ora dato che nessuno aveva una gran voglia di mettersi in strada.
In queste condizioni cadute e rotture meccaniche sono state molto più frequenti, e quasi un terzo dei 313 concorrenti non ha concluso la seconda giornata di gara ed ha preferito tornare direttamente a Primosten per la tradizionale “sagra delle sardine alla brace” offerta dal Sindaco ai partecipanti del KRKA.  Le condizioni meteo hanno reso impraticabile la prova speciale di giornata. Chi invece ha voluto impegnarsi con acqua e fango ha goduto di piste insolitamente vuote e di condizioni  divertenti ed autunnali.
La parte agonistica è stata vinta da Marco Caribotti, che oltre ad aver passato tutti i 9 checkpoints ha fatto registrare un ottimo 1’52”61 nella prova sulla spiaggia, oltre 5” in meno di Renè Jesernik e più di 8” su Bernie Pitzl, lo scorso anno secondo. Un podio dominato dalla KTM, con due EXC 300 a regolare la EXC 450 di Pitzl. Nota particolare per Manfred  Liendl, 7° nell’edizione del 2013: ha fatto registrare il miglior tempo nel Primo Special Test ma il secondo giorno ha perso la Check Card.
La diciassettenne Elisa Trombia, sulla sua KTM 125EXC 6days, non solo ha vinto la classifica femminile, ma è stata capace di ottenere un ottimo 39° posto nella classifica generale. Seconda al traguardo Esther Kammer (KTM EXC350) e  terza Waltraud Sanjath (KTM EXC30) capace di portare sul podio un impegnativo n°46 di pettorale. La nuova Classifica “Crazy Old Men” per piloti di oltre 50 anni è stata vinta da Hans Wuritsch su Husaberg 500 davanti a Fabio Colombini (KTM EXC 350) e Leopold Schmidt (KTM EXC 250).
Infine, la classifica per bicilindrici è andata al giovane Bernhard  Schmidtmayr su BMW R100GS davanti a Christian Fuchs (KTM 950Superenduro) e Gerald Prazna su BMW HP2.
Al pomeriggio Marco Borsi e Claudio Verna, con l’arrivo dell’ultimo concorrente, hanno chiuso una piacevolissima terza edizione del TRX 2014 KRKA Enduro Raid. Un’edizione che ha fatto registrare il record di partecipanti (313), segno che la formula di una cavalcata a fine Aprile, in un luogo rinomato per le vacanze estive funziona ancora anche se costringe molti a trasferte da 800-1000 km.