TransAnatolia 2017

link.png Baja Aragon, da oggi le verifiche


Come promesso l'anno scorso in occasione della 30. edizione sarà Teruel anche in questo 2014 a ospitare la Baja spagnola. Dal 18 al 20 luglio si correrà la 31. edizione della gara tanto popolare e si parla di ben 200 partecipanti, fra moto, quad, auto e camion.

Al momento, mentre si stanno svolgendo le verifiche amministrative e tecniche a Teruel gli iscritti sono così suddivisi: 68 auto, 17 buggy, 75 fra moto e quad e 6 camion. Oltre ai partecipanti alla Baja ci sono anche altri 35 equipaggi che prendono parte al Ecodesafío oltre ad altri 15 che corrono il ParaBaja. In tutto i piloti rappresentano ben 24 nazionalità.

Due le prove speciali in programma anche per quest'anno che moto e quad, che auto e camion percorreranno in modo alternato, ognuno per due volte, nell'impossibilità quindi di incontrarsi sul terreno di gara. Il programma prevede l'apertura delle sfide su terra venerdì pomeriggio, quando tutti i partecipanti si ritroveranno sul prologo, di circa 6 km, con la partenza della prima moto prevista per le 18 e poi a seguire le auto e i camion.

Il via alla gara sarà sabato mattina, a cominciare dalle auto che lasceranno per prime il parco chiuso, alle 8. Le prove speciali sono appunto due, di 116 chilometri la prima e di 218 la seconda: le auto partiranno per prime sabato sulla PS1 e comunque entrambe le ps verranno sempre disputate in modo alternato dai mezzi iscritti. Le auto e i camion partiranno poi alle 10,51 per la PS2, sabato, mentre domenica prima auto alle 6,45 sempre dal parco chiuso e a seguire alle 9,36.

Parlando di iscritti fra le auto spiccano le Toyota Overdrive, ben 6 al via, le Mini X Raid, anche loro in sei sulla linea di partenza, ma soprattutto salta agli occhi la presenza di Nasser Al Attiyah su una HRX Ford, in team con l'argentino Lucio Alvarez. Di Al Attiyah parleremo in un'altra occasione e più approfonditamente, ma nel frattempo continuando a sfogliare la lista degli iscritti vediamo che con Mini ci sono Nani Roma, Vladimir Vasilyev attuale leader della classifica mondiale, Orlando Terranova, solo per citarne alcuni, mentre con Toyota troviamo fra gli altri, di nuovo Al-Rajhi, i due ex motociclisti Dabrowski e Czachor, Reinaldo Varela.

Cinque gli italiani presenti, da Riccardo Colombo a Elvis Borsoi, i fratelli Calvi e la coppia Trivini Bellini, tutti su Mitsubishi, ai fratelli Manfrinato, Giovanni e Tony su Renault Proto il primo e su Isuzu il secondo.

Sei i camion, capitanati da Pep Vila su Iveco Trakker.

Per parlare di moto invece sarà meglio attendere domani perchè nella lista degli iscritti compaiono nomi che assolutamente non sono e non andranno a Teruel. Quindi la cifra esatta ed i nomi sarà meglio darli domani, al momento possiamo confermare che davanti a tutti partirà al prologo Joan Barreda, vincitore nel 2013, mentre con il 202 troviamo Alessandro Ruoso, e poi non mancheranno Gerard Farres, Marc Guasch, Josè Manuel Pellicer e forse anche Laia Sanz. Non manca all'appello neanche Alex Zanotti con la sua Tm 450 DKR.

 

Classifica Coppa del Mondo FIA al momento: FIA World Cup for Cross-Country Rallies – positions after round 5:

1. Vladimir Vasilyev (RUS)                           159 pts    

2. Yazeed Al-Rajhi (SAU)                              120 pts   

3. Nasser Saleh Al-Attiyah (QAT)                  102 pts    

4. Marek Dabrowski (POL)                           82 pts     

5. Miroslav Zapletal (CZE)                            68 pts    

6. Adam Malysz (POL)                                    66 pts                                   

7. Erik van Loon (NLD)                                    48 pts    

8. Reinaldo Varela (BRA)                              46 pts