TransAnatolia 2017

link.png Al Attiyah con una zampata da leone vince in Ungheria


Nasser Al Attiyah.jpgChe ultima speciale ! Nasser Al Attiyah e Matthieu Baumel hanno vinto l'undicesima edizione della Baja Ungherese al termine di due giorni fortemente caratterizzati dalla pioggia e dalla tanta acqua sul terreno. L'ultimo giro della gara è stato quello decisivo e i distacchi si sono misurati in secondi per quasi tutto il giorno. Alla fine il qatariano ha vinto su Orly Terranova per 17".

Quando sono ripartiti per il secondo giro Orly Terranova aveva solo un minuto e 10 secondi di vantaggio su Nasser Al Attiyah. Non tantissimi, e sicuramente non un quantitativo tale da permetterti errori. Così l'argentino è partito all'attacco sperimentando la Mini sulle strade piene d'acqua e fango, anche se il sole di oggi era riuscito ad asciugare un po' il perocrso di gara, grazie anche ai numerosi passaggi degli altri concorrenti, che se da un lato avevano svuotato le pozze con l'acqua dall'altro avevano anche creato solchi profondi e caregge nelle zone più fangose.

Terranova ha vinto la quarta ps della Baja, in apertura del secondo giro odierno, fermando il tempo sui 36'04". Ma Nasser gli alitava sul collo e così ha chiuso a soli 43" di distanza, mentre Boris Gadasi si attestava in terza posizione con 38'23" davanti a Vasilyev di soli 35".

Ma la seconda speciale del giro, quella in cui Al Attiyah aveva vinto anche nella tarda mattinata si riconfermava come la preferita del qatariano. Nel primo tratto, prima del passaggio della ferrovia, Nasser aveva un vantaggio su Terranova di 41" e quindi in quel momento i due era staccati in classifica generale di soli 1'12" praticamente lo stesso tempo prima del via della quarta speciale, ancora con Terranova primo. La battaglia fra i due, e solo fra loro due, dava un gusto particolare a questa gara, ma soprattutto divertiva i due assi del volante, entrambi alle prese con una vettura che ancora non conoscono bene su un terreno assolutamente inusuale, fangoso, scivoloso, e ricco di pozze d'acqua. Mini per uno, Toyota per l'altro.

Nella quarta ed ultima speciale di oggi Nasser Al Attiyah scaricava a terra tutti i cavalli che la sua Toyota Hi Lux gli consentiva e così strappava un 1h02'14" - sommando i due tempi separati, calcolati prima e dopo i binari della ferrovia - contro l'1h.04'24" di Orly Terranova e guadagnando nell'ultimo tratto ben 1'29 sull'argentino. C'è da dire che la prima speciale era più sinuosa, con un terreno più morbido, in parte sottobosco, più lenta e quindi più adatta alla Mini All 4 Racing, mentre la seconda ps era quasi tutta in terreno aperto, velocissima, con un fondo duro che ha dato modo a Nasser di scatenare tutta la sua potenza. E così al traguardo Nasser può festeggiare la sua vittoria, la seconda in Ungheria dopo quella del 2008, e soprattutto regalando a Jean Marc Fortin un bellissimo primo posto. I secondi di distacco da Terranova sono solo 17". Che Gara !!!

Terzo posto per Vladimir Vasyliev che rafforza ancora di più la sua posizione di leader in Coppa del Mondo FIA e regala a Sven Quandt un altro gradino del podio insieme ad Orly Terranova. Quarto per Zapletal con il suo H3. Tredicesimi dovrebbero essere Trivini Bellini ma la classifica è ancora ufficiosa.