TransAnatolia 2017

link.png Ungheria, e dopo la pioggia il sole


assistenza tm ungheriaIeri è stata una giornata terribile, esattamente come in Italia. Pioggia, fortissima e battente per tutto il giorno a Papa, fino a sera, quando il cielo ha cominciato a rasserenarsi, e infatti, stamattina, c'è il sole. Non è chiaro ancora per quanto durerà, ma intanto c'è e potrà asciugare un po' il terreno di gara che è in condizioni a dir poco fangose.

verifiche ungheriaIeri sono cominciate le verifiche, e a disposizione dei piloti è stato messo un breve tracciato di 2 chilometri e mezzo per dar loro la possibilità di provare e di sistemare il settaggio dei propri mezzi. Una specie di shake down che è stato preparato però dall'organizzazione e uguale per tutti, nella zona militare di Veszprém: Mini, Toyota, Proto G Force. Il problema per molti è stata la scelta delle gomme perchè ovviamente bisogna decidere se optare per le gomme da asciutto o da bagnato, e forse la prima scelta è quella che appare più chiara a tutti, anche se oggi c'è il orlen baja ungheriasole. 

Le verifiche continueranno anche tutta la mattinata di oggi, e alle amministrative e poi alle tecniche passeranno anche i nostri motociclisti italiani, Alessandro Ruoso ed Alex Zanotti, oltre a tutti i ragazzi dei quad e degli Atv, a cominciare dalle 9,30. Dopo il briefing all'ora di pranzo ci si comincerà a preparare perchè oggi non c'è un semplice prologo ma la prima prova speciale e la prima moto lascerà il parco chiuso alle 16,30 percorrerà quasi 20 chilometri ed entrerà nella primo settore cronometrato della gara: 58 chilometri da percorrersi con un tempo miti ungheriamassimo di un'ora e 20', con partenza del primo alle 17,05 e poi si rientrerà a Papa, al parco assistenza con un altro trasferimento di circa 21 chilometri. E fra le 20 e le 20,30 sfilata per le vie della città, come lo scorso anno, e podio sulla piazza centrale. Le auto invece lasceranno il parco chiuso alle 18 per andare a disputare la stessa speciale e poi attraverseranno la città in parata alle 21,30.

 

English Version:

Competitors began the test in heavy rain yesterday, and finished it in sunshine. Everybody who matters was there: three factory Toyota ranks of the Dakar-winner Nasser Al-Attiyah, four Minis, the ranks of the World Cup-leader Vladimir Vasilyev, of course Boris Gadasin with his Proto, the Hungarian Championship-leader Antal Fekete and the best Hungarian at last year’s HunGarian Baja Pal Lónyai, who tested his new car. The test-track was 2.5 km long, and competitors could try out their cars and make the last changes of the setup. The rain surprised a little bit everyone, the FIA priority drivers were in a big trouble, because they have to choose tyres for the whole weekend. Will it be wet or dry? This is the question. But at least everybody was happy to be able to return to the military area of Veszprém” – said the main organizer, Zoltán Garamvölgyi.
In the same time in the service area (Papa, next to the Sport Hall) comptetitors went through of the paperwork (administrative check) and scutineering (they got the most modern GPS-tracking system…) which will continue today with the riders and with our italian team, Alessandro Ruoso ed Alex Zanotti. IN the afternoon, starting at 4,3' p.m. the first stage, 58 km long.