link.png Risultati del prologo della Baja TT Idanha a Nova


Baja TT PortugalSi è concluso da pochi minuti il prologo della Baja TT Idanha a Nova, ultima prova valida per la Coppa del Mondo FIM Bajas ed il più veloce, anzi i più veloci sono ovviamente stati i piloti portoghesi che conoscono benissimo la loro terra e questa gara. Primo della prova speciale spettacolo di 7 chilometri il portoghese Antonio Maio su Yamaha.

Per trovare il primo dei piloti in lotta per il titolo 2014 bisogna scendere in sesta posizione dove c'è Alessandro Ruoso, su Yamaha, con un distacco dal primo di 18"38. C'è da dire che il vincitore, Maio ha ottenuto un tempo strepitoso, fermando i cronometri sui 5'33" mentre secondo alle sue spalle su Suzuki troviamo Mario Patrao a soli 25 zanotti portogallocentesimi. Helder Rodrigues (Honda), outsider di lusso, così come Ruben Faria su Ktm, si deve accontentare dell'ottavo posto mentre Faria è decimo. Adrien Marè, Yamaha, attuale leader della classifica iridata è staccato da Alex Zanotti (TM) di meno di un secondo (92 centesimi per la precisione) e i due si trovano rispettivamente in 12. e 13. posizione assoluta.

Gli altri piloti italiani che corrono per il titolo europeo sono abbastanza in fondo nella classifica riservata agli UTV: Graziano Scandola è 18' con un ritardo dal vincitore della classe, Jorge Monteiro, di 41". Poco più indietro troviamo anche Gianmarco Fossà, ventiduesimo a 1'08" dal leader della classifica. Va sottolineato però che per quanto riguarda i piloti partecipanti alla battaglia per il titolo europeo Scandola è primo dopo la prima speciale di oggi e Fossà secondo.

Domani la lunga tappa, e l'unica anche, di questa Baja portoghese partirà alle 7 dal parco chiuso. I piloti copriranno gli 11 chilometri di trasferimento fino alla prima prova speciale di 105 chilometri in cui il primo entrerà alle 7,30. Al termine della prima ps dopo una sosta in assistenza sulla Strada di Almortao, i piloti ripartiranno per la seconda ps da quasi 176 chilometri, da cui dovrebbero uscire più o meno intorno alle 15. Da lì raggiungeranno il parco chiuso passando per il podio. La premiazione della gara è prevista per le 18,45 proprio in centro, di fronte al Municipio della cittadina portoghese.

Nella classifica delle 33 auto in gara troviamo nomi ben noti nel mondo dei rally raid portoghesi, gli stessi con cui si combatte ogni anno al Portalegre o si combatteva ai tempi della Baja 500 dell'Estoril. Il più veloce nel prologo è stato Miguel Barbosa, su Mitsubishi Lancer, mentre in terza posizione su Toyota c'è Romulo Branco. Rui Sousa, altro paladino di casa, su Isuzu è sesto proprio davanti a Helder Oliveira che in passato aveva anche corso per la scuderia italiana Tecnosport. Il tempo della miglior auto è stato 5'48"48.