TransAnatolia 2017

link.png Al Attiyah e Coma in testa dopo 2 tappe


Israel MaroccoC'è stata una piccola sopresa ieri sera al Rally OilLibya Maroc ed ora in testa alla classifica generale c'è Marc Coma, lo spagnolo della Ktm che precede Paulo Goncalves di poco più di 4 minuti. Joan Barreda che aveva vinto la tappa ieri in realtà è stato penalizzato di mezz'ora, ed andiamo a capire perchè...Nasser Al Attiyah invece su Mini conduce la classifica auto con 39" su De Villiers.

Mentre Honda festeggiava la seconda doppietta consecutiva nella seconda tappa del Marocco, la mannaia delle penalità era in agguato, e stavolta su Joan Barreda che ora è nono in classifica con 26 minuti di ritardo dal primo. Praticamente ieri nella speciale di 211 chilometri avevano vinto Barreda davanti al nuovo 'acquisto' Honda HRC Jeremias Israel, ma a mezzanotte le cose sono cambiate. Una penalità di 30' è stata inflitta a Barreda per eccesso di velocità, ma ecco la spiegazione nel dettaglio, come si legge su Facebook, organo ufficiale della comunicazione del Rally : "Joan Barreda, initialement vainqueur de l'étape, a été pénalisé de 30' pour excès de vitesse lors de la spéciale. Plus précisément, le pilote Honda a tenté un coup de nav'. C'est tout à son honneur. Il l'avait dit, il avait beaucoup travaillé cette étape, avec son équipe. En décortiquant le road-book, ils ont trouvé un moyen de contourner les dunes sans louper de Way-Point. Jusqu'ici, rien d'interdit.  Problème : Dans son contournement, Barreda a emprunté une route, où il n'a pas respecté la limitation de vitesse. Ce n'est pas le genre de chose avec lesquelles on transige en rallye-raid. Voilà donc l'origine de sa pénalité".

Traducendo, la direzione gara accusa, e loda nello stesso tempo, Barreda di aver tentato un 'colpo di navigazione' nel senso che la squadra aveva lavorato molto sulla navigazione di questa tappa ed aveva deciso di contornare le dune senza per questo perdere i wpt. Durante il suo 'contornamento' delle dune però Barreda sarebbe finito su una strada e non ha rispettato il limite di velocità. A questo punto sorge spontaneo chiedersi...ma se lui non era sul road book e stava contornando, la strada su cui è capitato era o no nel road book, e se non c'era, come faceva a sapere che c'era un limite di velocità? E se non era sulla traccia del road book di quanto invece era fuori?

Ovviamente la cosa farà ancora discutere, ma intanto stamattina alle 6,45 si riparte per la terza tappa, con Laia Maroccol'entrata della prima moto in speciale alle 7,20. Oggi tutta la carovana del rally si sposta a Zagorà, mentre la tappa conterà 365 chilometri con una speciale di 313 km da Ksar Ouled Saaidane.

Con la penalità a Barreda Marc Coma ieri è risalito in seconda posizione nella classifica di PS a 1 solo secondo da Israel ed in questo modo ha agguantato la testa della classifica. Laia Sanz ha chiuso la speciale con la dodicesima posizione ieri ed in classifica generale è 11. assoluta.