TransAnatolia 2017

link.png Colpo di scena: Nasser Al Attiyah c'è...ma su una Mini !


Nasser primo pianoHanno mantenuto bene il segreto. Non una riga nei comunicati stampa, nessuna notizia filtrata attraverso le maglie del team. Niente di niente. Poi in effetti, soprende un po' leggere che Nasser non sarà al via del Marocco con una Toyota. Tutto sommato viene da dire, è secondo in classifica, e qui ci sono 60 punti in ballo....E poi, il fulmine a ciel sereno.

Quando meno ce lo si aspettava ecco arrivare una Mini tutta nera nera, senza neanche uno sponsor scritto sopra...E al volante c'è lui, Nasser Al Attiyah. Tornato all'ovile, oppure in realtà, mai scappato dallo stesso, e solo alla ricerca di nuove esperienze con le altre vetture in previsione della Dakar.

Ebbene sì, con una Mini opaca e tutta nera Nasser Al Attiyah correrà al Rally in Marocco, e chissà quanto contento sarà di questa boutade Vladimir Vasilyev che sta combattendo proprio con lui per il titolo 2014.

D'altra parte si sa, Nasser è volubile e le idee le cambia spesso e soprattutto lo fa velocemente. Come in questa Dakar 2014, quando all'ultimo istante decise di lasciar stare il buggy a cui stava lavorando da tempo e cercò in extremis una macchina per correre. La trovò proprio da Sven Quandt che allestì in tutta fretta il mezzo a cui aveva rinunciato Leonid Novitskyi e riuscì a dare al pilota del Qatar un mezzo per correre alla Dakar.

Poi l'anno proseguì come tutti sanno e quando Stephane Peterhansel se ne andò alla Peugeot venne spontaneo pensare che Nani Roma e Nasser Al Attiyah sarebbero diventati i due alfieri del team ufficiale X Raid. E invece no. Nasser ha cominciato la stagione mondiale con Mini, a casa propria, nel Sealine e poi al Faraoni, ma poi è saltato da un volante all'altro: alla Baja d'Aragon ha provato la HRX Ford, poi è passato alla Toyota Hi Lux della Overdrive.

Ma già in Polonia Nasser si deve essere convinto che se voleva una vettura vincente per la Dakar doveva tornare in Mini e così ecco la sopresa. Conoscendolo avrà chiesto la Mini a Sven Quandt  tre giorni prima della gara e Sven gli avrà detto che non c'era proprio il tempo fisico per 'brandizzare' la macchina come voleva lui.

Così ecco qui la Mini tutta nera e ormai tutto lascia pensare che Nasser Al Attiyah in coppia con Mathieu Baumel, il copilota che ha sostituito Lucas Cruz quando lui è tornato accanto a Carlos Sainz in Peugeot, correrà alla Dakar con il team ufficiale di Quandt....Forse ! Chissà che in questi giorni Nasser non convinca il team della Imperial Toyota, in effetti la Hi Lux di Giniel De Villiers non l'ha ancora provata....