TransAnatolia 2017

link.png Gli italiani alla Dakar 2015


BotturiIn attesa di prendere il volo Iberia che mi porterà a Buenos Aires ecco un post ancora tutto italiano, nel senso che viene anche scritto dall'Italia, e dedicato naturalmente ai nostri uomini. L'Italia quest'anno ha pochi piloti, 10 in moto, solo uno in auto, anche se i team italiani in realtà sono due, e tre camion, oltre a meccanici e copiloti. Andiamo a conoscerli da più vicino.

MOTO. Sono dieci i piloti moto che quest'anno affronteranno la Dakar. Alessandro Botturi correrà con la Yamaha ufficiale con il numero 19 sulla sua moto. Paolo Ceci ha il 32 e corre in sella ad una Ktm in team con Juan Carlos Salvatierra, il pilota boliviano che già aveva affiancato nel 2014. Prima di incontrare un altro italiano bisogna arrivare al numero 105 dove troviamo Francesco Catanese su Yamaha, alla sua seconda esperienza alla Dakar, così come Diocleziano Toia, numero 107 su Ktm. Entrambi cercheranno di raggiungere quel traguardo che lo scorso anno gli sfuggì subito, fin dalle prime tappe di una edizione davvero difficile. Carlo Seminara su Ktm ha il numero 106 ed è alla ricerca spasmodica del traguardo non solo della Dakar, ma proprio di un'altra gara dopo essere riuscito per la prima volta a concludere un rally quest'anno in Turchia, al Transanatolia Rally.

I due fratelli Brioschi ritentano l'avventura, entrambi in sella alla Ktm e hanno rispettivamente il numero 113 Marco e 114 Alberto. Con il 137 troviamo Cesare Zacchetti la cui storia racconterà lui stesso nei prossimi giorni. Ripescato dalla classifica dell'Australian Rally, Cesare è alla Dakar grazie anche all'aiuto di amici come Edouard Boulanger che gli ha prestato la sua Ktm. Matteo Casuccio è alla sua prima esperienza alla Dakar e si sta preparando da due anni a questo evento: corre con una GasGas. Infine conclude la carrellata degli italiani il romano Paolo Sabbatucci in sella ad una Yamaha, unico pilota ad essere assistito dal team di Franco Picco.

AUTO Abbiamo già conosciuto in questi giorni da queste pagine i piloti della Titano, la nuova vettura della CR Michele CinottoRacing guidata da Michele Cinotto, affiancato da Fulvio Zini. La Tecnosport, team comasco, invece schiera un equipaggio kazako e il pilota sarà Denis Berezovski.

Passiamo ai camion e troviamo Claudio Bellina con il suo Ginaf e il numero 534. Insieme a lui in cabina l'immancabile 'Topo' Giulio MInelli, e Massimo Suardi. Giulio Verzeletti e Antonio Cabini si occupano dell'assitenza veloce della Titano con un Unimog Mercedes corrono con il numero 545. All'ultimo momento si è aggiunto un altro equipaggio che è quello di Loris Calubini, insieme ad Agostino Rizzardi e Paolo Calabria, sempre su Unimog. A bordo di altri due camion ci sono poi due personaggi che abbiamo imparato a conoscere bene in questi ultimi anni. Meccanici con la Pandakar ora sono al servizio della Toyota Overdrive: sono Luca Lorenzato, a bordo del camion Mercedes numero 561 e Dario Mondellini, sempre al servizo della Overdrive sul MAN 548. Da non dimenticare Edouard Boulanger che seppure francese di nascita è ormai italianissimo d'adozione e sarà il copilota della Toyota dell'australiano Geoffrey Olholm, numero 331.

Manca tutta la parte dei meccanici, team manager e altre persone che scopriremo già da domani, in Argentina.


Comments

There are no comments


Post a comment