KRKA 2018

link.png Guerlain Chicherit con il 2WD della X Raid


Chicherit StylesIl sospetto è diventato realtà. La conferma ufficiale è arrivata e quindi ora si può svelare il nome tanto atteso. Sarà Guerlain Chicherit a portare in gara alla Dakar 2015 il buggy due ruote motrici a cui sta lavorando in gran segreto la X Raid e di cui abbiamo parlato pochi giorni fa in una intervista con patron Sven Quandt. 

Ebbene sì, l'anticipazione si è tramutata in realtà ed ecco scoperto il nome di chi guiderà il buggy della X Raid allaGuerlain Dakar 2015. Proprio lui, Guerlain Chicherit scelto fra gli altri perchè in effetti il francese in questi anni di due ruote motrici ne ha guidate un bel po' ed un po' di esperienza se la deve essere fatta per forza.

Ha espiato le sue colpe dunque, il francesino campione del mondo di free ride che proprio in questi giorni si è fatto fotografare a Tignes, in Alta Savoia, sulle nevi di casa sua, per la copertina di Sport&Styles. Un Guerlain stiloso ed elegante, quasi un fotomodello con capelli tagliati cortissimi e forse anche un po' cosparsi di cenere visto che è tornato nelle file del team X Raid, quello stesso che lo aveva scacciato - un po' come Adamo ed Eva dal paradiso - qualche annetto fa, quando preso dalla troppa foga e a favore dei fotografi, Chicherit aveva capotato al giorno di riposo della Dakar la Mini in una sessione fotografica.

Sven Quandt ,si sa, non perdona, ma ora il periodo di quarantena sembra essere terminato e forse una spintarella glil'ha data anche la Mini visto che il campione francese con il suo tentativo di salto in lungo, da record - purtroppo non riuscito -  in stile free style quest'inverno ha fatto davvero parlare tanto di sè e anche della Mini.

Guerlain in gara con il numero 323 sul buggy di cui ancora si sa pochissimo, ma che dovrebbe, forse, indossare una livra Red Bull, avrà un compito davvero importantissimo perchè da lui, dai suoi giudizi, dalle sue prestazioni e dai suoi test in fase di Dakar dipenderà il futuro X Raid ed anche Mini che alla fine di questa Dakar deciderà se proseguire con le 4 ruote motrici o votarsi come in molti altri hanno già fatto, alle 2 ruote motrici.

Il n. 300 Buggy Dakar Red Bull.JPGIl buggy in questione è quello che Nasser Al Attiyah e Carlos Sainz hanno portato in gara due anni fa lla Dakar, con scarsa fortuna. I tedeschi l'hanno ripreso in mano e ci stanno lavorando su per trasformarlo in un mezzo performante...e l'esperienza certo non gli manca.