KRKA 2018

link.png Tecnosport alla Dakar con una nuova Patrol


Nissan Patrol webEra da tanto tempo che Tecnosport accarezzava l'idea di una nuova vettura, sviluppata tutta da loro e costruita completamente in Italia. L'abbiamo vista con Miki Biasion in Marocco, ma ora ce n'è una seconda, che affronterà la Dakar con Denis Berezowski alimentata da un motore  derivato dalla serie da 5.6 L. Eccola in anteprima con tutte le sue particolarità.

chassis tecnosportTecnosport Rally mette a punto il nuovo Nissan Patrol Y62. Ultima fatica della scuderia comasca, pronta per le prossime sfide, a cominciare dalla Dakar . La vettura in categoria T2  monta un propulsore derivato dalla serie V8 5.6L. Alla guida, per la Dakar, il pilota kazako Denis Berezowski.  Dopo la prima uscita sulla ribalta delle gare internazionali in ottobre una nuova versione Nissan Patrol Y62 è pronta per partire per la Dakar 2015, anzi per la verità è già in viaggio, in mare, attraverso l'Oceano, destinazione Buenos Aires.

Il nuovo progetto, messo a punto nel corso del 2014 nelle officine della Tecnosport alle porte di Como è stato affidato ad un pilota kazako che già da qualche anno ha affidato le sue sorti agonistiche nelle mani degli italiani: Denis Berezowski. 
Maurizio Traglio e Giuliano Airoldi - rispettivamente patron e team manager del team Tecnosport Rally - sono più ammortizzatoriche certi della competitività della Patrol. “ Si tratta di un gioiello di tecnologia e audacia – ammette Maurizio Traglio, pilota e presidente Tecnosport - costruito per gareggiare ai massimi livelli e crescere in potenza e sicurezza. I test che sono stati portati avanti in Tunisia hanno confermato le potenzialità del veicolo e permesso la stesura di un piano di sviluppo, con cui perfezionare macchina e prestazioni”.
Dakar 2015
Telaio Tecnosport e motore da 5.600 cc V8 queste le caratteristiche salienti del mezzo che con i colori Astana affronterà la prossima edizione, la 37. nonché la settima sudamericana della Dakar. La gara partirà da Buenos Aires il 4 gennaio e dopo oltre 9000 chilometri ritornerà, chiudendo un grande anello che attraverserà tre Paesi, Argentina, Cile e Bolivia di nuovo nella capitale argentina.
Al seguito del nuovo Nissan Patrol ci sarà un camion T5 e una vettura d'appoggio, con ben tre meccanici che si occuperanno esclusivamente dell'assistenza al veicolo di Berezowski.

English Version

After the debut to the forefront of international competitions in October, a new version Nissan Patrol Y62 is ready to leave for the Dakar 2015, or better, is already on the road, at sea, by the ocean, destination Buenos Aires.
The new project, developed in 2014 in the workshops of Tecnosport outside Como, in Italy, has been entrusted to a Kazakh driver who for some years has committed its motorsport carrier in the hands of the Italians: Denis Berezowski.

Maurizio Traglio and Giuliano Airoldi - respectively owner and team manager of the team Tecnosport Rally - are certain about the competitiveness of the Patrol. "It is a jewel of technology and audacity - admits Maurizio Traglio, driver and president Tecnosport - built to compete at the highest levels and grow in power and safety. The tests that have been carried out in Tunisia have confirmed the potential of the vehicle and allowed the preparation of a development plan, with which to perfect the machine and performance. "

Dakar 2015
Tecnosport chassis and the engine 5,600 cc V8: these are the salient features of the vehicle with the colors Astana will face the next edition, the 37th, and the seventh of the South American Dakar. The race will start from Buenos Aires January 4, and after more than 9000 km return, closing a large ring that will cross three countries, Argentina, Chile and Bolivia, again in the Argentine capital.
With the new Nissan Patrol there will be on the race a truck and a car T5 support, with three mechanics who will deal exclusively assistance to the Berezowski vehicle.