KRKA 2018

link.png Le due new entry dell'Orobica Raid


Cabini eccGiulio Verzeletti e Antonio Cabini ormai li conosciamo bene. Lo stesso possiamo dire per Loris Calubini e Paolo Calabria. Corrono tutti e due con i Mercedes Unimog del team Orobica Raid, ma in entrambi i casi in cabina c'è un novellino. Una new entry. Si chiama Jacopo nel caso di Verzeletti-Cabini e si chiama Rizzardi nel caso di Calubini-Calabria.

La storia più curiosa è senza dubbio quella di Jacopo che essendosi appena laureato in Economia si è visto regalare da suo papà la partecipazione alla Dakar. E' il nipote di Antonio Cabini, è pieno di buona volontà, simpatico e disponibile, ma ancora non sa cosa lo aspetta nel camion. Si scherza amabilmente prendendolo in giro, ma sono sicura che si divertirà un bel po' con quei due. La prima discussione alle verifiche è sul road book: lui lo vorrebbe in inglese, Antonio e Giulio lo pretendono in francese, altrimenti non ci capiscono nulla. E si stanno già facendo i programmi "Nella prima Calubini eccspeciale guida Giulio e io navigo - dice Cabini - così Jacopo sta a guardare e capisce come funziona".

Sull'altro camion invece insieme a Loris Calubini e Paolo Calabria c'è Agostino Rizzardi. Lui ha già qualche esperienza di rally, ed anche di raid visto che ha corso proprio insieme a Loris in Marocco, al volante di una bella Porsche, ma di Dakar non ne sa nulla. Certo in un colpo solo ha fatto un bel salto, quanto meno in altezza, visto come cambierà il suo punto di vista dalla bassa Porsche, ad un alto Unimog. Non ha la patente per guidare il camion e quindi si dovrà accontentare di stare a guardare, oppure di navigare, ma sarà senza dubbio una gran bella esperienza. Nello spazio videochannel intervista ai due, Cabini e Verzeletti, sulle sorti del giovane Jacopo.