link.png Salta l'ultima ps e l'Abu Dhabi finisce...con un colpo di scena


tempesta sabbiaUna tempesta di sabbia che fa pensare alla nebbia potente del milanese. Non fosse per il colore giallo sabbia la situazione sembrerebbe la stessa. Fattosta che non era possibile partire stamattina e così tappa annullata e le classifiche restano così com'erano. Vincono Marc Coma su Ktm mentre Mohammed Abu Issa conquista la classifica quad. Ma proprio quando tutto sembra confermato arriva la sorpresa vera della giornata: la squalifica di Nasser Al Attiyah dalla gara e quindi la perdita per il pilota del Qatar del primo posto a favore di Vladimir Vasilyev.

Non era davvero possibile partire e già rientrare via asfalto, da dove possibile verso Abu Dhabi non è stato semplicissimo. La sorpresa dell'ultimo giorno è stata proprio questa: un tempestone di sabbia pazzesco che ha convinto gli organizzatori dell'ADDC 2015 ad annullare l'ultima tappa, e di conseguenza l'ultima speciale lasciando le classifiche esattamente com'erano ieri sera. Ma questa è stata solo la prima sorpresa della giornata...

Il colpo di scena è arrivato nella tarda mattinata quando i mezzi, rientrati in città, sono stati sistemati in parco chiuso e poi da lì sottoposti a verifica tecnica. E' statoNebbia Abu Dhabi allora che aprendo la Mini di Nasser Al Attiyah i commissari tecnici si sono accorti che la vettura del pilota qatariano non era in regola: o meglio la sua sospensione non era regolamentare e non hanno potuto far altro che escluderlo dalla classifica finale. La vittoria resta in Casa Mini ma di sicuro Al Attiyah non manderà giù facilmente questa decisione dei commissari FIA. Il primo gradino del podio a questo punto passa nelle mani del russo Vladimir Vasilyev che già nel 2014 aveva conquistato il successo ad Abu Dhabi. Di conseguenza risalgono tutti di un posto in classifica e quindi Erik Van Loon diventa secondo e il debuttante Harry Hunt si prende il terzo posto. Tre Mini dunque, nei primi tre posti. Yazeed Al Rajhi e la prima Toyota Overdrive si ritrovano così in quarta posizione assoluta davanti al compagno di squadra, Marek Dabrovski che è quinto insieme a Czachor.

La speciale di 234 km di oggi, Abu Dhabi Aviation Special Stage 5, era stata neutralizzata per la scarsa visibilità - meno di 100 metri - che ha impedito agli elicotteri di alzarsi in volo. Impossibilitata dunque, a garantire la sicurezza dei piloti, l'organizzazione ha preferito sospendere tutto e rientrare. Gli 89 concorrenti ancora in gara, 42 fra auto e buggy e le 47, fra moto e quad, sono tornati ad Abu Dhabi in convoglio.

Nella categoria delle due ruote dopo la vittoria di tappa per l'austriaco Walkner ieri, in quella che di fatto è diventata l'ultima tappa della gara, c'è da registrrare l'ottavo successo di Marc Coma in questa gara degli Emirati Arabi. Un record strabiliante che premia la sempre ottima condotta di gara del catalano. Marc vince con un vantaggio di 12' su Sam Sunderland e di 20' su Pablo Quintanilla e nei primi quattro posti in classifica ci sono altrettante Ktm. La Honda che qui aveva portato al debutto il giovane  Ricky Brabec deve dire grazie proprio a lui per il quinto posto in classifica generale visto che i più blasonati Barreda e Goncalves hanno sofferto entrambi di problemi meccanici nel corso delle tappe.

24 minuti il distacco di Abu Issa dal polacco Rafal Sonik, e in questo modo la vittoria nella categoria quad qesta volta va al pilota del Qatar che si troverà ancora ad affrontare il polacco anche nelle altre prove di Campionato.

Infine le liete novelle per gli italiani: Roberto Tonetti chiamato all'ultimo istante da Marco Piana del team Xtreme Plus per portare in gara uno dei suoi Razor 1000 ha chiuso in tredicesima piazza assouta, quarto di categoria mentre Denis Berezovskyi è riuscito a conquistare per la italiana Tecnosport la terza piazza sul podio della T2, grazie ad un quindicesimo posto assoluto. Sfortunato il duo Fogliani-Fogliani - padre e figlio - che dodicesimo fino a ieri mattina, e primi della T3, con mezz'ora di vantaggio sul secondo hanno poi avuto un problema e sono stati costretti all'abbandono.


Comments

There are no comments


Post a comment