KRKA 2018

link.png Tronconi ancora in testa al Croatia Rally 2015


Colore croatiaAlcuni piloti l'hanno definita tappa marathon, ed in effetti quella di ieri, lunga 398 chilometri, con ben 12 ore da trascorrere in moto è stata davvero una bella sfacchinata. Alla luce della gran fatica di ieri, con molti piloti arrivati al traguardo intorno alle 8 di sera, dopo una partenza avvenuta alle 6,30 di mattina, la giornata di riposo di oggi è stata accolta da tutti con grandissimo sollievo.

Una tappa lunga, ma bellissima, durante la quale tantissimi piloti si sono fermati ad ammirare le bellezze della Croazia. Una tappa che ha portato la carovana del Croatia Rally 2015, organizzato dal TRX a un passo dalla Bosnia, in una delle zone più coinvolta dalla guerra degli anni Novanta. Crateri, pietraie, montagne e panorami mozzafiato sono stati la costante di un lungo trasferimento ma anche delle due speciali che si sono rivelate scorrevoli nel senso di fluide per quanto riguarda la navigazione, ma 'impestate' per quanto riguarda i terreni, con pietre smosse davvero enormi.

Il più veloce anche ieri, e quindi vincitore della classifica che tiene conto delle due prove speciali è stato Andrea Tronconi che ha battuto un altro italiano, Stefano Fasani, secondo di tappa. Fasani veloce e preciso ieri, ha superato in entrambe le prove Ferdinand Kreidl, terzo ieri, che con il suo Ktm 690 ha fatto un po' fatica nei tornanti e sulle pietre, confessando all'arrivo che in più di qualche caso è stata la moto a portare lui e non viceversa. Mattia Riva ha conquistato un ottimo quarto posto proprio davanti allo svizzero Michael Gehri. Sesta posizione per Nicola Tonetti, seguito da stefano Sandri, Michael Miggitsch, Claus Wittmann e Valentino 'Santo' Caruso, finalmente rientrato nelle prime dieci posizioni della classifica. Al Croatia Rally infatti, tutte le mattine solo i primi dieci piloti partono in base alla classifica della tappa del giorno prima, mentre per gli altri viene invertito il verso e chi arriva undicesimo, per esempio, si trova a partire ultimo.

Ma classifica a parte ieri è stata una giornata durissima, per il gran caldo, che ha sfiorato i 35 gradi all'ombra, per la lunghezza della tappa e le sue difficoltà che hanno messo a dura prova non solo i piloti ma anche i mezzi. Forature, rotture meccaniche, qualche scivolata l'hanno fatta da padrone e in diversi ieri sera sono rientrati all'hotel Zora, base dell'evento, già all'imbrunire. Oggi tappa di riposo, in attesa di affrontare poi da domani gli ultimi due giorni di gara, con subito 370 chilometri domani e sempre due prove speciali. I piloti ne approfitteranno per riparare i propri mezzi e tutti potranno poi ripartire giovedì per la seconda parte del Croatia Rally 2015.

 

Stage 2 - Tuesday : Stage Overall Overall stage 2 - Tuesday

Overall after 3 days - Overall after 2 days