TransAnatolia 2017

link.png Mondiale Enduro: 42. Valli Bergamasche pronta al via


Verifiche RovettaDopo mesi e mesi di lavoro e di preparativi la quinta tappa del Mondiale Enduro 2015 è pronta a scattare da Rovetta. Tutti i moto club della bergamasca, guidati dal Moto Club Bergamo, hanno contribuito al grandissimo lavoro di questa 42. edizione della Valli Bergamasche e i piloti, 97 al via, non vedono l'ora di lanciarsi sul percorso di gara. Intanto si comincia con la Super Speciale.

Scatterà alle 18,15 ufficialmente la 42. Valli Bergamasche, la tappa italiana del Mondiale Enduro, da Rovetta, con l'organizzazione del Moto Club Bergamo.
A quell'ora i 97 piloti iscritti a questa quinta tappa del Mondiale lasceranno a due alla volta, il palco di Rovetta per andare a raggiungere la prima prova cronometrata di questo lungo week end, la tradizionale super speciale.
Questa mattina tutti i piloti hanno affrontato le operazioni preliminari, fra controlli amministrativi e tecnici, e fra loro anche le teste di serie, a cominciare dai leader dele classifiche mondiali: Christophe Nambotin – in testa alla E1, con la sua gamba sinistra fasciata, in attesa di un intervento al menisco e ai legamenti che continua a rimandare perchè dopo dovrà stare fermo sei mesi per la riabilitazione. “Aspetto di vedere i risultati qui  e in Belgio – ha detto il pilota francese della Ktm – e poi se sarò in testa alla classifica mi opererò intanto al menisco per poter correre l'ultima prova, quella di Requista in ottobre”.
Antoine Meo, sempre sorridente e disponibile, comanda la E2 con 151 punti contro i 138 di Pierre Alexandre Renet che insieme allo squadrone Husqvarna ha passato le amministrative intorno alle 10. Meo è uno dei grandi favoriti della vigilia, visto anche il grande sostegno che gli ha sempre riservato il pubblico italiano.
Nella E3 Matthew Phillips è arrivato ai controlli amministrativi sul filo di lana e, tranquillo come sempre, il pilota australiano si è poi sottoposto ai controlli tecnici sulla sua Ktm insieme al suo team manager, Fabio Farioli.
Tantissimi i piloti italiani al via, a cominciare da Alex Salvini (Honda) che occupa la terza posizione nella classifica mondiale della E2 e che sa di poter contare sulla simpatia e il sostegno del pubblico qui a Rovetta. Ma oltre a Salvini gli appassionati potranno vedere da vicino tutti i nomi noti dell'enduro italiano, da Oscar Balletti (Ktm) a Thomas Oldrati (Husqvarna), da Mirko Gritti (Ke Moto) a Manuel Monni (Tm). Fra i giovani i nomi di maggio spicco sono quelli del campione Giacomo Redondi (Beta), Nicolò Bruschi, Davide Soreca, Matteo Bresolin e Alessandro Battig, solo per citarne alcuni.
Domani le gare inizieranno alle 9 di mattina e dal palco di partenza, a Rovetta, scenderanno tutti i 97 piloti, due alla volta. Il giro di 50 chilometri e mezzo verrà ripetuto quattro volte con tre prove speciali: la prima il fettucciato di Plarina, dove i piloti cominceranno a transitare alle 9,24. La seconda l'Extreme di Bossico dove arriveranno intorno alle 9,54 e poi la linea che ha la sua linea d'arrivo a Clusone, all'interno del MotorParty, dove i piloti transiteranno intorno alle 10,15.
La gara sabato si concluderà alle 16 con il rientro al paddock e alle 17 si terrà la cerimonia di premiazione, sempre sul palco di partenza.

Comments

There are no comments


Post a comment