TransAnatolia 2017

link.png Walkner il più veloce al prologo in Sardegna


Podio prologoUna giornata di sole, perfetta per il mare, con tanto vento, come è abitudine in Sardegna, ha accolto i 78 piloti al via dell'ottava edizione targata Bike Village del Sardegna Rally Race, quarta prova del Mondiale FIM Cross Country Rally. Il prologo, corso a Baccalamanza, su una pista da cross nei pressi di Colleterra ha attirato un po' di pubblico a curiosare fra questi piloti, in attesa di misurarsi con il primo impegno di questa gara che si correrà su un totale di cinque tappe e circa 1500 chilometri di cui 800 di prove speciali.

Dei 78 piloti al via, 73 moto e cinque quad, il più veloce è stato l'austriaco Matthias Walkner su Ktm che è stato l'unico a riuscire a strappare un tempo di 1'40" battendo tutti gli altri. Walkner che ha il numero 9 è partito fra gli ultimi, perchè al prologo i concorrenti sono arrivati in senso inverso. I primi a entrare in pista sono stati i quad, ed il più veloce in questo caso è stato Rafal Sonik che ha girato in 2'01", seguiti poi via via dai piloti iscritti nella Open, e fra loro anche Matteo Graziani che ha girato in 1'52"81. Subito dopo il pluricampione italiano è entrato in pista il pilota cileno, Pablo Quintanilla, per la prima volta in Sardegna e ha strappato subito un tempo eccezionale: 1'45" 24 e a quel punto è stato lui l'uomo da battere. Cosa assolutamente non facile visto che nessuno riusciva a scendere neanche sotto l'1'55". Poi è arrivato Manuel Lucchese, risalito finalmente in moto, che ha ottenuto un 1'52'85 e meglio di lui ha poi fatto il nuovo acquisto del team Orlen, Jabuk Piatek che ha ottenuto un 1'48". Nessuno però riusciva minimamente ad avvicinarsi al tempo di Quintanilla, in sella ad una Ktm, fino a che non si è arrivati nella top 15. Gerry Gerini, per la prima volta al via di una gara di Mondiale FIM rally è riuscito, fra un salto e l'altro, a strappare un 1'49" - e lui corre con il 26, quindi è partito con il gruppo degli ultimi piloti - e poi, sempre dal mondo dell'enduro è arrivato il francesino, Rodrig Thain, al suo primo rally in assoluto, che ha potuto scatenarsi in questa speciale da cross ottenendo un 1'45"65. Nulla però, ancora in grado di battere Quintanilla...ma poi è arrivato Adrien Van Beveren, il campione di enduro che ha al suo attivo due Enduropale ed è un personaggio Yamaha che Botturi ha convinto, per la verità senza faticare troppo, a correre un rally. Anche per lui si tratta della prima avventura con un road book e quindi si è tolto la soddisfazione di chiudere il prologo con 1'42"05. Subito dietro di lui è partito Matthias Walkner, l'austriaco che ha debuttato quest'anno alla Dakar, e ha abbassato di quasi due secondi il tempo del francese: 1'40" 28, e a quel punto si sono chiusi i giochi. Marc Coma e Paulo Goncalves partiti per ultimi non sono andati oltre il quarto posto, ma tutti i big rientrano nei primi 15 e quindi potranno scegliere la posizione di partenza  - in base al regolamento che prevede questa possibilità per i migliori piazzamenti e per i piloti con la Super licenza - per domani mattina, per la prima tappa che dopo soli 8 km di trasferimento porterà i piloti nella speciale di 160,4 km. 

E proprio adesso esce la giuria dalla riunione e dà l'ordine di partenza di domani mattina. Ha scelto di partire davanti a tutti Maurizio Gerini, che è alla sua seconda gara di un rally con il road book. Ed è una scelta davvero coraggiosa !! O meglio, coraggio o follia??

Classifica super speciale - 6 giugno 2015


Comments

There are no comments


Post a comment