link.png Altro giro di notizie e pettegolezzi estivi


carlos sainzIn attesa del termine delle operazioni preliminari a Teruel, per la 32. edizione della Baja Aragon si vengono a sapere un altro po' di curiosità relative a questo mondo del rally raid, e quindi eccole qui nel dettaglio. Spaziano dalle condizionidi Carlos Sainz alle conferme di partecipazione alla Dakar 2016...

I piloti iscritti alla Baja Aragon si stanno sottoponendo con pazienza alle verifiche amministrative e tecniche da stamattina in attesa che oggi pomeriggio si dia il via alla super speciale, il prologo di poco meno di 8 chilometri che oltre a decretare la griglia di partenza di domani mattina farà parte anche della classifica assoluta della gara. Aspettando quindi la lista degli iscritti definitiva per la Spagna ecco qualche altra notizia fresca fresca. Iniziamo dalle condizioni di Carlos Sainz che a maggio si era rotto il tendine di Achille giocando a calcio con gli amici.

"El Matador" ha ormai completamente recuperato, dopo un periodo di immobilità totale e poi di fisioterapia,  ed è pronto a riprendersi il suo copilota, Lucas Cruz che nel frattempo era stato prestato in Marocco a Sebastien Loeb alle prese con le sue prime prove sulla Peugeot DKR2008. Carlos ritornerà al volante per una sessione di prove che si svolgerà proprio a Saragozza, in Spagna, nel mese di agosto (più caldo di così non si poteva, ottimo test !). Rimasto fermo per quasi tre mesi, da maggio appunto, finalmente dopo averci comunque lavorato sopra a livello tecnico e con il ruolo di supervisore, nei prossimi giorni il campione del mondo rally salirà a bordo della nuova versione della vettura francese. Come già aveva preannunciato lo stesso Carlos lo scorso anno a novembre a Parigi, la nuova DKR 2008 è totalmente diversa da quella vista quest'anno alla Dakar 2015, sia esteticamente che al suo interno - nel senso di motore e meccanica -  e c'è grande attesa per tutti, dai piloti alla Casa stessa intorno a questi primi test...Se i risultati dovessero rispettare le aspettative e la vettura si dovesse realmente dimostrare all'altezza non è escluso che alla Peugeot potrebbero cominiciare a pensare ad una quarta vettura che verrebbe affidata alle mani di Loeb già nel 2016

Le altre notizie di questa caliente estate al momento riguardano le conferme di partecipazione alla Dakar 2016. Come quasi tutti ormai sanno iscriversi alla Dakar non è semplicissimo, non basta mandare un modulo e il pagamento, ma bisogna avere una serie di requisiti da dimostrare al momento dell'iscrizione. Ci vogliono prove di partecipazione ad altri rally, meglio se internazionali e ci vuole una esperienza che alla Dakar, davvero, e soprattutto da quando si corre in Sud America, è fondamentale. Così dopo essersi iscritti, entro il 15 luglio per moto e quad, si aspetta la conferma che arriva con una lettera in cui si certifica l'avvenuta iscrizione. In pochi righe viene detto sì, ti confermiamo la tua iscrizione, oppure no, ci spiace ma non ti possiamo confermare la tua iscrizione. La lettera per quanto riguarda i nostri piloti italiani è già arrivata in diverse case, per esempio da Giovanni Stigliano e Luca Saporini a cui è stato detto no, riprovate il prossimo anno, ed è arrivata invece con un sì vi aspettiamo per Franco Picco - che nel 2016 si è regalato la Dakar per i suoi sessant'anni e che la correrà in quad - e Diocleziano Toia. Ora aspettiamo le altre, per esempio per Luca Manca, Federico Ghitti e tanti altri piloti che hanno spedito la propria iscrizione e ora vivono in attesa del verdetto di ASO.

 


Comments

There are no comments


Post a comment