TransAnatolia 2017

link.png In attesa delle classifiche e di qualche possibile colpo di scena


Farres CeciSono andati molto per le lunghe questa sera i conteggi dei tempi delle tre speciali perchè molti piloti oggi, sono incappati in penalità e quindi la direzione gara è stata costretta a ricalcolare più e più volte la classifica

Di certo stamattina sono partiti tutti molto agguerriti dal bivacco di Goreme, in Cappadocia, rinfrescato stanotte dalla pioggia, per la terza lunga tappa di 551 chilometri. Tutti con la voglia di recuperare in una speciale, la prima, la più lunga con i suoi 134 km, di montagna, molto enduristica ma nello stesso tempo anche molto veloce. E non a caso sono venuti fuori gli enduristi, specie quelli con moto leggere visto che Gerard Farres ha ottenuto il tempo migliore, davanti ad Alessandro Botturi e Vanni Cominotto. Paolo Ceci ha chiuso quarto a soli 20” da Cominotto mentre Helder Rodrigues con uno svantaggio di soli 2 secondi da Ceci è quinto.
La seconda speciale invece ha creato qualche problema di navigazione a Vanni Cominotto mentre Farres e Botturi si sono nuovamente espressi al meglio: lo spagnolo ha nuovamente ottenuto il tempo migliore infliggendo circa un minuto e mezzo di distacco a Botturi e qualche secondo in più a Rodrigues con Laia Sanz piazzata alle loro spalle dopo una prima speciale, invece, complicata per la spagnola che per un errore di navigazione non era riuscita ad andare oltre la nona posizione.
Cominotto ha saputo poi recuperare nella terza ed ultima speciale chiudendo addirittura secondo, alle spalle di Farres staccato di soli 29”. Terza posizione nell'ultima ps per Helder Rodrigues seguito da  Alessandro Botturi in una speciale sicuramente più lenta e tecnica rispetto alle prime due.
I risultati delle tre speciali però sono stati poi trasformati dalle penalità, molte delle quali imputabili agli eccessi di velocità nelle zone in cui c'era il limite e quindi la classifica ha subito pesanti variazioni. Restando sui risultati dei tre settori selettivi la vittoria della giornata sarebbe andata a Gerard Farres ma il ricalcolo, al momento ancora in corso, dovrebbe aver cambiato non solo la classifica di tappa ma anche quella generale. La maggior parte delle penalità sono da imputare appunto al mancato rispetto dei limiti di velocità imposti nell'attraversamento di alcuni villaggi ma anche a ritardi o anticipi pagati ai controlli orari. In attesa, nella nottata, di avere le classifiche aggiornate (pubblicate sul sito www.transanatolia.com) diamo un'occhiata alla tappa di domani.
Alla terza tappa con partenza da Kemaliye ed arrivo a Erzurum sono stati apportati dei cambiamenti sul percorso originale. In tutto i piloti percorreranno 417 km, con un primo trasferimento di 150 fino all'unica prova speciale della giornata di 182 km. Un ultimo trasferimento da 85 km porterà la carovana del rally all'hotel Xanadu, sede di tappa. Tutti i piloti lasceranno Kemaliye in convoglio con un passaggio per le vie della cittadina, a partire dalle ore 9.

English Version

TRANSANATOLIA 2015
GERARD FARRES WAS THE FASTER IN DAY 2 IN FRONT OF BOTTURI AND RODRIGUES, BUT...

Istanbul – 24 agosto 2015 – It is a very long evening this one for the race direction in the Haed Quarter of Transanatolia 2015, counting the crono times of the three special test of today, because many drivers today, have stumbled on penalties and then the race direction was forced to recalculate over and over the ranking. Certainly this morning are all start very aggressive from the bivouac of Goreme in Cappadocia, refreshed by the rain last night, for the third long stage of 551 kilometers. All with the desire to recover in a special, the first, the longest with its 134 km, charaterized from mountain pist tipically of enduro race, nice and in the same time also very fast. It is no a coincidence that the enduro riders, especially those with lighter bikes as Gerard Farres, has obtained the best time, before Alessandro Botturi and Vanni Cominotto. Paolo Ceci finished fourth just 20 " behind Cominotto while Helder Rodrigues with a disadvantage of only two seconds by Ceci was fifth.
The second special test, instead, created some problems of navigation to Vanni Cominotto while Farres and Botturi have again expressed the most: the Spaniard has again achieved the best time inflicting about a minute and a half gap to Botturi and a few more seconds to Rodrigues:  Laia Sanz placed behind them after a first special, however, complicated for her that pay a navigation mistake with some minutes finishing ninth.
Cominotto has been able to recover later in the third and final special test closing even second, behind Farres trailing by only 29". Third position in the last ps for Helder Rodrigues followed by Alessandro Botturi in a special technique and definitely slower than the first two.
The results of the three special however, were then transformed from the penalties, many of which are attributable to excess speed in the areas where there was the limit, and then the ranking suffered heavy variations. Staying on the results of the three selective sections victory of the day would go to Gerard Farres but recalculation, currently still in progress, should have changed not only the position of the riders on each stage, but also the overall. Most penalties are due precisely to the lack of respect for speed limits when crossing some villages but also to delays or advances paid at the time controls. Waiting, in the night, to have the standings (published on www.transanatolia.com) let's look at tomorrow's stage.
At the third stage starting from Kemaliye and arriving in Erzurum the organization have been made changes to the original route. In total riders will do 417 km, with an initial transfer of 150 up to the only special test of the day of 182 km. A final transfer of 85 km will lead the rally in the hotel Xanadu. All riders will leave Kemaliye in convoy with a ride through the streets of the town, starting at 9.