TransAnatolia 2017

link.png Doppietta Honda e bis di Sainz


Goncalves MaroccoSainz fa il bis e Goncalves invece si risveglia regalando una doppietta alla Honda HRC. La terza tappa dell'OiLibya Rally in Marocco ha dimostrato che la vittoria di Carlos Sainz ieri con la Peugeot DKR 2008 non è stata casuale. Vincere anche oggi, per la seconda volta consecutiva e con quasi 4 minuti di vantaggio su Nasser Al Attiyah non è cosa da poco. Nelle moto Paulo Goncalves si è risollevato da due giorni un po' così così ed ha vinto, precedendo Barreda e Walkner.

Era partito quinto stamattina Paulo Goncalves e al traguardo è arrivato con la vittoria in tasca, ottenuta con il tempo di 2h.47'20" con un vantaggio di 1'18" sul suo compagno di squadra Joan Barreda. In questo modo i due piloti regalano alla Honda HRC Rally una bella doppietta nel terzo giorno di gara e soprattutto risistemano in cima alla classifica assoluta quel Joan Barreda che ha davvero bisogno di una bella iniezione di fiducia dopo l'infortunio, la lunga convalescenza e con la Dakar alle porte. Goncalves ha vinto ottenendo il miglior tempo della speciale fin dal primo Controllo di passaggio cioè dopo meno di 40 chilometri dal via, su una speciale che ne contava 274. Da quel momento ha condotto la gara, pur restando dietro e lasciando lo spazio agli altri, in particolare alle Ktm che sono arrivate al traguardo con Walkner, Pablo Quintanilla subito dietro e poi Barreda e Sunderland.

Da sottolineare che stamattina non hanno preso il via ben tre piloti Ktm: Jordi Viladoms, Antonio Meo e Toby Price perchè seriamente ammalati, affetti da una potente infiammazione intestinale, cosa non rara da queste parti.

Se Goncalves ha vinto davanti a Barreda, in terza posizione di tappa c'è Matthias Walkner davanti a Quintanilla e Sunderland seguiti da Kevin Benavides, l'argentino appena approdato alla Honda e Ruben Faria - settimo - al via, da questa gara, con la Husqvarna. In 15. posizione assoluta c'è Jacopo Cerutti, anche lui su Husqvarna mentre Paolo Ceci è 17°. Più indietro Alessandro Botturi che di nuovo oggi si è fermato in speciale per aiutare Helder Rodrigues : il portoghese della Yamaha ha lamentato un problema talmente grosso che neanche il suo amico e compagno di squadra Botturi ha potuto far nulla: il pilota di Lumezzane ha poi ripreso la speciale, mentre Rodrigues cercava di capire come rientrare a Zagorà, e ha chiuso in 23. posizione di tappa. Nella classifica generale ora Barreda è primo con un vantaggio di 3'57" su Sunderland (Ktm) e 5'22" su Matthias Walkner che a sua volta precede il suo avversario numero uno per il campionato, Pablo Quintanilla staccato dall'austriaco di soli 40 secondi. C'è da chiedersi se, da domani, a due giorni dalla fine, Ktm interverrà per congelare le posizioni....

Per quanto riguarda le auto vittoria di Carlos Sainz e Lucas Cruz su Peugeot e questa vittoria, su una speciale come quella di oggi, la dice lunga sulle qualità di questa DKR 2008 versione 2016. La sabbia, e le dune, in effetti sono il suo pane e lo ha dimostrato alla grande lottando tutto il giorno con le Mini, soprattutto con Nasser Al Attiyah e Mikko Hirvonen. Dietro i tre protagonisti della giornata ci sono le Toyota con Vasilyev, De Villiers e Al Rajhi costretti al ruolo di inseguitori in una giornata rischiarata da un bel sole e caratterizzata anche da un forte caldo.

La classifica di giornata registra dunque, il 2h.53'51" di Sainz inseguito da Al Attiyah con 3'56" di ritardo e il finlandese della Mini, Hirvonen a 4'57" dal madrileno. Quarta posizione per la Toyota di De Villiers a 8'53" con Vasilyev in quinta posizione.

Domani si lascia Zagorà e tutta la carovana del rally si sposta ad Agadir: la gara prevede quasi 640 km di tappa, con una speciale di 293 km e un trasferimento di oltre 300.

 


Comments

There are no comments


Post a comment