TransAnatolia 2017

link.png Si chiude anche l'Abu Dhabi Desert Challenge


Quintanilla Abu DhabiQual'è la notizia più eclatante di questo Abu Dhabi Desert Challenge appena terminato? Forse che Pela Renet è riuscito a finire un rally raid senza sfracellarsi per terra? O forse che Nasser Al Attiyah ha vinto con una Toyota Overdrive mettendosi dietro ben quattro Mini? O che Yazeed Al Rajhi si è trovato a suo agio con la nuova Mini - nuova per lui - e ha chiuso in seconda posizione? O ancora che l'incredibile Toby Price ha dominato una gara tutta sulla sabbia dimostrando che anche su questo tipo di terreno nulla lo può fermare? Scherzi a parte la gara è finita, ed è stata davvero una bella gara.

32 fra moto e quad, e 40 auto hanno concluso questa 26. edizione del Desert Challenge degli Emirati Arabi che sta per concludersi ufficialmente con la cerimonia di premiazione. Un'edizione diversa dal solito, perchè nei primi due giorni al posto delle alte temperature tipiche di questa stagione, i piloti si sono trovati ad affrontare i 20 gradi del giorno e la pioggia che li ha costretti in più di un'occasione ad usare il tergicristallo, accessorio quasi sconosciuto in queste zone. Ma per fortuna negli ultimi tre giorni tutto è tornato alla normalità, con un caldo soffocante e un bel sole cocente.

La vittoria è andata a Toby Price su Ktm per le moto, a Rafal Sonik per la categoria quad e a Nasser Al Attiyah e Mathieu Baumel su Toyota Overdrive per le auto. Ci voleva un Al Attiyah per riportare la vittoria in casa Toyota lasciando un po' di amaro in bocca forse alla Mini X Raid che manca la vittoria - ma aveva poi in effetti un pilota in grado di conquistarla? - ma si sistema con 4 Mini in tutti i posti alle spalle del vincitore: seconda con Yazeed Al Rajhi, terza con Mikko Hirvonen che ha dimostrato di aver capito come si corre sulle dune, quarta con l'americano Bryce Menzies - grandioso al suo debutto - e quinta con il bravo Jakub Przygonski. E se tutto ciò non bastasse in questa ultima tappa, con la speciale di 234 chilometri ha ottenuto una ottava piazza assoluta in classifica con il buggy due ruote motrici guidato e sviluppato ora da Jutta Kleinschmidt. Se la tedesca ha finito 24. assoluta alle sue spalle è arrivato Eugenio Amos su Polaris che senza le 16 ore di penalità avrebbe potuto ambire ad una posizione nei primi quindici assoluti. 34. la dottoressa giapponese Hamaguchi che al suo fianco aveva l'italiano, Umberto Fiori.

Tutti contenti dunque, al traguardo di una gara che magari non sarà stata lunghissima, 1600 chilometri di speciale in cinque tappe, però è piaciuta e soprattutto ha richiamato al via un bel gruppetto di piloti. In partenza infatti, c'erano 39 mezzi fra moto e quad e 54 auto che non è niente male per un rally che è comunque lontanuccio e richiede un certo investimento, fra viaggio e gara stessa. Ora bisognerà vedere quanti di loro andranno fra meno di quindici giorni in Qatar, seconda prova del Mondiale FIM, e terza per la coppa del mondo FIA.

A livello moto ottima la prestazione di Toby Price che ha vinto tre speciali in tutto, il prologo, e poi la prima e l'ultima tappa, lasciando le altre rispettivamente a Quintanilla su Husqvarna, Rodrigues su Yamaha e a Renet, su Husqvarna, autore non solo di una bella vittoria di tappa ma anche di un quinto assoluto nella classifica finale. Meno soddisfatto probabilmente è Pablo Quintanilla che lo scorso anno aveva fatto il suo debutto nel Mondiale rally raid proprio qui ad Abu Dhabi. Quintanilla è stato in testa alla classifica generale per buona parte della gara e quindi il terzo posto, alle spalle di due Ktm, e cioè Price e Sam Sunderland gli va un po' stretto. Quando l'ultima speciale è partita stamattina, il cileno aveva 2'45" di vantaggio sull'australiano e 2'47" su Sunderland ma ha avuto la sfortuna di partire quarto...che abitualmente andrebbe benissimo come posizione, se non fosse che sia Price sia Sunderland, guarda caso, partivano dietro a lui. Così hanno solo dovuto raggiungerlo, grazie anche alla bella traccia che si vedeva sulla sabbia, e poi, dopo il refueling, passarlo e dargli un paio di minutini di distacco. Più facile per Price, che partiva 4 minuti dopo Quintanilla, leggermente più complicato per Sunderland che partiva due minuti dopo. Al traguardo di oggi Price ha rifilato 6'08" a Quintanilla e 2'09" a Sunderland che a sua volta ne ha dati ben 3'59" al cileno, portandogli via anche il gusto della seconda piazza e chiudendo secondo assoluto per 1'12" su Pablo. Il pilota di Dubai, Al Balooshi ottiene una quarta piazza assoluta, davanti a Renet, mentre l'ottima Laia Sanz su Ktm è sesta assoluta con soli 3" di vantaggio sulla new entry, Jose Ignacio Cornejo Florimo, su Ktm, una bella manetta che ha anche chiuso in seconda posizione una speciale. 26. posizione per Helder Rodrigues su Yamaha, che paga caro un problema nella seconda tappa sonik abu dhabiche lo aveva fatto chiudere fuori tempo massimo, con una pesante penalità forfettaria. In compenso partendo indietro la mattina dopo, e restando concentrato sulla navigazione, il portoghese aveva vinto la terza tappa del rally. Un brava anche a Rosa Romero, diciannovesima assoluta.

Rafal Sonik dodicesimo assoluto e primo dei quad si porta a casa un'altra bella vittoria ma chi fa i salti di gioia è sicuramente Camelia Liparoti, sempre più tosta e sempre più innamorata del deserto: ha chiuso la gara seconda assoluta nei quad e tredicesima assoluta, mentre gli altri due piloti in quad sono molto più indietro, con qualche forfettaria di troppo sulle spalle: 25° Koolen e 28° il cileno Casale.

 


Comments

Gravatar

04-06-2016

Hello my name is Natalie and I just wanted to send you a quick note here instead of calling you. I came to your WorldRallyRaid » Si chiude anche l'Abu Dhabi Desert Challenge | Blog website and noticed you could have a lot more visitors. I have found that the key to running a successful website is making sure the visitors you are getting are interested in your subject matter. There is a company that you can get keyword targeted traffic from and they let you try their service for free for 7 days. I managed to get over 300 targeted visitors to day to my site. Visit them here: http://sirrico.net/yourls/p5sk

Post a comment